DALL'ITALIA08:20 - 30 giugno 2010

Addio Taricone. Che rabbia per quel ragazzo dall'animo pulito

Il ricordo di Gabriele Muccino

di Gabriele Muccino
<p>Addio Taricone. Che rabbia per quel ragazzo dall'animo
pulito</p>
PHOTO DOUGLAS KIRKLAND - LUZ PHOTO

Gabriele Muccino nel 2003 aveva chiamato Pietro Taricone per fargli interpretare in Ricordati di me Paolo Tucci, personaggio del sottobosco televisivo, che si approfitta del potere per sedurre aspiranti veline.
«Lo avevo cercato io, ero incuriosito da questo battitore libero che avevo visto nel Grande Fratello, ed era la persona giusta per quella parte. Ho scoperto un uomo molto genuino e autoironico. Un ragazzo dall'animo pulito, che era finito prigioniero di un sistema più grande di lui. Dopo quel film, abbiamo mantenuto un rapporto di affettuosa lontananza. E adesso quello che provo, oltre a un grandissimo dolore, è una rabbia immensa. Sono arrabbiato con Pietro per quello che ha fatto. In quel campo volo, che un mio amico frequenta, solo un mese fa era morto un altro ragazzo. La vita, per me, ha limiti oltre cui non la puoi sfidare. Certo, ti può capitare anche di uscire di casa e morire investito. Ma questo è un modo di sfidare il pericolo, come quando sali su un'auto veloce e ti schianti. Ognuno riempie la propria esistenza di adrenalina a modo suo. Lo capisco, ma non lo sopporto. È per questo che quello che provo è sgomento, ma anche tantissima rabbia».

TORNA ALLO SPECIALE

LASCIA IL TUO MESSAGGIO

Fonte[ Vanity Fair ]

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
energheia 77 mesi fa

@strarlight...forse si..forse no.. ..forse perchè di fronte ad una cosa "reale" come la morte, cadono tutti quei pregiudigi, vanità, ipocrisia, moralismi e non, cattiverie..e rimane solo la morte di un giovane. ..forse..

starlighr 77 mesi fa

posso dire una cosa?? finchè era vivo tutti a sparlare di lui.. ora che è morto improvvisamente lo apprezzano. quanta ipocrisia

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).