DALL'ITALIA18:26 - 30 giugno 2010

Litiga con la moglie e uccide il figlio di due anni

Un violento litigio tra coniugi poi, la tragedia: un uomo di 25 anni ha strangolato il figlio di appena due anni durante l'ennesima discussione con la moglie. Poi ha tentato di uccidersi. E' successo in località Torre San Giovanni, in una casa di via Monte Pollino sul litorale di Ugento.

di Sara Tieni
<p>Litiga con la moglie e uccide il figlio di due anni</p>
PHOTO LAPRESSE

Un violento litigio tra coniugi poi, la tragedia: Giampiero Mele di 25 anni ha strangolato il figlio di appena due anni durante l'ennesima discussione con la moglie. Poi ha tentato di uccidersi. E' successo in località Torre San Giovanni, in una casa di via Monte Pollino sul litorale di Ugento.  

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, il giovane, durante la lite familiare è stato colto da un raptus e ha messo le mani intorno al collo del bambino, strangolandolo.

Poi, realizzato quanto successo a cercato a sua volta di togliersi la vita, tagliandosi la vene. Quando sul posto è arrivato il personale del 118, l'uomo avrebbe non avrebbe confessato subito ma raccontato che il piccolo sarebbe stato colto da un malore.

È bastato poco però ai soccorritori per capire che cosa fosse realmente accaduto. L'omicida è ora ricoverato nell'ospedale di Casarano dov'è piantonato dai carabinieri; la sua vita non è in pericolo.

LEGGI LE ALTRE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).