DAL MONDO14:44 - 30 giugno 2010

Sognare a occhi aperti? Aumenta la creatività e aiuta a vivere meglio

Due ricerche smontano l'idea che la distrazione abbia solo effetti negativi. La divagazione è il miglior alleato degli artisti

di staff Style.it
<p>Sognare a occhi aperti? Aumenta la creatività e aiuta a vivere
meglio</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

I distratti potranno consolarsi: sognare a occhi aperti non è sinonimo di scarsa efficienza o incapacità di concludere. Anzi, la distrazione è un ottimo segno di creatività e di salute mentale. Alla «mente vagabonda» dobbiamo invenzioni scientifiche, capolavori artistici e utopie politiche. Lo dimostrano le due ricerche compiute da un'équipe di studiosi della University of California-Santa Barbara (Uscb) diretti da Jonathan Schooler e Jonathan Smallwood, e da Eric Klinger delle University of Minnesota.

I risultati smontano un secolo di pregiudizi contro la distrazione, indicata da Freud come segno di nevrosi e associata ai sintomi di piscosi nei manuali di psichiatria. Divagare è anzitutto una tecnica per sopravvivere, mantenendo l'equilibrio mentale in situazioni stressanti. «Quando siamo svegli - dice Smallwood - in media il 30% del tempo lo passiamo a pensare ad altro, la mente va a zonzo e trascura ciò che stiamo facendo. Le punte di distrazione possono raggiungere il 75% del tempo, per esempio se guidiamo su un'autostrada semivuota o siamo bloccati in un ingorgo stradale. Questo è benefico. Senza la capacità di astrarci dal presente la vita sarebbe orribile. La fuga dell'attenzione è una liberazione».

Secondo Eric Klinger dell'università del Minnesota, sognare a occhi aperti ha anche a che vedere con l'evoluzione della nostra specie. «Mentre una persona è occupata da un singolo compito - dice lo scienziato - questa facoltà di pensare ad altro mantiene aperto un ventaglio di obiettivi più ampio, lascia intatta la possibilità di perseguire altri scopi». Lo studente che durante la lezione si mette a fissare la compagna di classe, per esempio, forse sta spostando l'attenzione su un obiettivo centrale: la riproduzione della specie.

La distrazione è anche fondamentale per l'immaginazione di artisti e spiriti originali. «Per la creatività - dice Jonathan Schooler della Ucsb - è essenziale che la mente possa andare a zonzo, prendersi tanta libertà. Poi però bisogna essere pronti a capire quando è arrivata l'intuizione geniale, e concentrarsi su quella».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).