DAI PALAZZI13:45 - 15 febbraio 2011

Berlusconi a giudizio con tre donne

Il presidente del Consiglio, rinviato oggi a giudizio immediato, dovrà comparire dinanzi al Tribunale di Milano il prossimo 6 aprile

di Alice Politi
<p>Berlusconi a giudizio con tre donne</p>
PHOTO LAPRESSE

È stato definito il giorno del giudizio per Silvio Berlusconi, indagato per prostituzione minorile in riferimento al caso Ruby. Lo ha stabilito oggi il giudice per le indagini preliminari di Milano Cristina Di Censo, dopo aver ritenuto che vi fossero prove evidenti per far saltare l'udienza preliminare e procedere nei suoi confronti con un rito immediato.

Il prossimo 6 aprile, stando a quanto comunicato dalla Cancelleria della quarta sezione penale alla presidenza dei gip, il presidente del Consiglio sarà pertanto chiamato a comparire dinanzi al Tribunale di Milano con l'imputazione di concussione e prostituzione minorile. A giudicarlo, ironia della sorte, sarà un collegio composto da tre donne, Carmen D'Elia, Orsola De Cristofaro e Giulia Turri.

Parti lese indicate nel procedimento con rito abbreviato sono Ruby-Karima, in relazione all'accusa di prostituzione minorile, e la Questura di Milano, quindi il Ministero dell'Interno, per quanto riguarda la presunta concussione.

Dai rilievi effettuati dal gip Cristina Di Censo, infatti, i reati sarebbero necessariamente legati uno all'altro, dal momento che, come sostiene la Procura, la contestazione più grave, ovvero la concussione, sarebbe sorta per impedire che emergesse il secondo reato, la prostituzione minorile.
Silvio Berlusconi avrà quindici giorni di tempo, dal momento della notifica del decreto, per decidere se ricorrere a riti alternativi, che in caso di condanna concedono lo sconto di un terzo della pena.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).