DAI PALAZZI17:24 - 23 marzo 2011

Berlusconi testimonial per il turismo. Ma nello spot c'è un errore

Il premier dice che in Italia c'è il 50% del patrimonio Unesco mondiale. In realtà è il 5%

di Flavia Parini
<p>Berlusconi testimonial per il turismo. Ma nello spot c'è un
errore</p>
PHOTO LAPRESSE

È un testimonial davvero d'eccezione quello del nuovo spot del Ministero del Turismo in cui sono raccontate le bellezze artistiche dell'Italia. A prestare il suo volto e la sua voce al messaggio pubblicitario è, infatti, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Il premier, che ha partecipato allo spot a titolo gratuito, parla delle meraviglie paesaggistiche, architettoniche e culturali della nostra Italia mentre sullo schermo scorrono le immagini di Roma, Venezia, Firenze, Milano, Orvieto, Napoli, Segesta e di altri siti culturali ed archeologici. Berlusconi, sorridendo da un ufficio di Villa Madama, esordisce dicendo che l'Italia è «il Paese che ha regalato al mondo il 50% dei beni artistici tutelati dall'Unesco».

Ed è proprio su questo che il Presidente si sbaglia. Nonostante l'Italia abbia un grandissimo patrimonio artistico e archeologico, infatti, la percentuale con cui partecipa al patrimonio mondiale protetto dall'Unesco è solo del 5% (45 su 911). Non che questa percentuale sia bassa, anzi, ma certo non è paragonabile a un 50%.

Lo spot, intitolato «Magica Italia» e presentato questa mattina a Palazzo Chigi dal Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, andrà in onda sulle reti Rai già nei prossimi giorni. Speriamo che serva, errore a parte, a promuovere le bellezze del nostro Paese e a convincere i tanti italiani che preferiscono andare in ferie all'estero a trovare il tempo per visitare anche l'Italia.

In questi giorni, inoltre, Berlusconi non sarà protagonista solo dello spot a favore del turismo in Patria: venerdì 25 marzo, infatti, esce in 100 sale cinematografiche la pellicola «Silvio Forever», una biografia non autorizzata scritta dai giornalisti Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella e diretta dal regista Roberto Faenza.

 

>>GUARDA LO SPOT «MAGICA ITALIA»


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
ALESSANDRO 69 mesi fa

L'ERRORE DI PERCENTUALE COMMESSO DA BERLUSCONI RIGUARDO AI BENI ARTISTICI ITALIANI TUTELATI DALL'UNESCO E' DA CONSIDERARSI, A MIO MODESTO AVVISO , UN "LAPSUS FREUDIANO", DATA L'ENORME QUANTITA' DI TALI BENI ESISTENTE NEL NOSTRO BENEAMATO "BEL PAESE". E MI FERMO QUI...

-Claudiae- 69 mesi fa

Brava Loredana! Ma perchè questi signori pensano così poco ai beni artistici e paesaggistici italiani quando si tratta di tutela mentre quando si tratta di sfruttarli per arricchire il PIL nazionale sono in prima fila?

Loredana 69 mesi fa

Io cerco di viaggiare per l'Italia, peccato che sia molto più caro che all'estero e che i servizi non siano molto spesso all'altezza... Inoltre a che serve uno spot se non si danno le risorse o gli incentivi per salvaguardare il nostro patrimonio o si lasciano costruire cose che deturpano il paesaggio?... intanto mi godo le Giornate di Primavera del FAI.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).