DAL MONDO11:51 - 18 aprile 2011

Londra: parità tra uomini e donne per il trono

La Regina Elisabetta ha dato il suo consenso alla riforma della legge salica

di Flavia Parini
<p>Londra: parità tra uomini e donne per il trono</p>
PHOTO GETTY IMAGES

A sole due settimane dalle nozze di William d'Inghilterra e di Kate Middleton, da Londra arriva una notizia che potrebbe cambiare il destino della futura famiglia reale.

Il vice primo ministro Nick Clegg, infatti, ha proposto di riformare l'antica legge salica, la norma che regola la successione al trono degli eredi del sovrano.

La normativa, in vigore da centinaia di anni, prevede che una donna possa salire al trono solo in assenza di eredi maschi (come accadde nel caso della Regina Elisabetta). Secondo Clegg, che ha la delega per le riforme costituzionali, la legge salica è una forma inaccettabile di sessismo e come tale andrebbe immediatamente rivista.

Tanto più che il giovane erede al trono, il Principe William, sta per convolare a nozze con Kate, 29 anni, che potrebbe dare alla luce un figlio in pochi anni. Se fosse femmina, la nuova arrivata dovrebbe avere il diritto di salire al trono indipendentemente dagli eventuali fratelli o sorelle che nasceranno dopo di lei?

Secondo la Regina Elisabetta la risposta è sì: le donne dovrebbero avere questo diritto. Dopo un periodo di perplessità e di formali obiezioni, ieri la sovrana ha dato il suo consenso alla riforma proposta da Nick Clegg.

L'approvazione della Regina, però, non basta: per riformare la legge salica serve l'accordo di tutti i 15 Paesi membri del Commonwealth.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).