DAL MONDO17:00 - 19 aprile 2011

L'identikit della first lady secondo Carla Bruni

«La première dame non si limita solo ad accompagnare il presidente»

di Flavia Parini
<p>L'identikit della first lady secondo Carla Bruni</p>
PHOTO OLYCOM

«La first lady svolge un ruolo ufficiale in rappresentanza della Francia, non si limita solo ad accompagnare il presidente»: sono queste le parole che in questi giorni la première dame Carla Bruni ha affidato alle pagine del suo sito web.

Il suo intervento, che probabilmente non farà piacere ai sostenitori di Nicolas Sarkozy, vuole porre l'accento sulla rivelanza, anche politica, del ruolo della first lady, non limitato semplicemente a quello di accompagnatrice del marito.

«La première dame è al fianco del capo di Stato in un certo numero di viaggi all'estero e partecipa agli avvenimenti ufficiali - si legge sul sito della signora Sarkozy e sul quotidiano Telegraph -. La presenza della first lady a un evento può anche essere interpretata come un modo di dimostrare sostegno o di prendere posizione in questioni di attualità ».

Carla Bruni, dunque, avvisa che le opinioni politiche della first lady non sono da sottovalutare. Non solo perchè nelle chiacchiere tra marito e moglie, si sa, le donne riescono sempre a inculcare qualche idea in testa al partner, ma anche perchè la première dame rappresenta il Paese.

Qualche presa di posizione, in realtà, la signora Sarkozy l'ha già espressa: ha criticato Silvio Berlusconi per l'atteggiamento nei confronti delle donne e il Papa per la dottrina contro il controllo delle nascite.

Indipendentemente da quali siano le opinioni di Carla, ex modella e cantante italiana, la sua mossa potrebbe avere conseguenze importanti per tutte le first ladies, da Michelle Obama a Samantha Cameron.

Chissà se quello che oggi è solo un ruolo di rappresentanza formale non possa un giorno diventare un vero e proprio incarico politico.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).