DAL MONDO11:29 - 19 aprile 2011

Il Pulitzer guarda avanti: premi a donne e web

Premiate molte firme femminili e un reportage online di ProPublica

di Flavia Parini
<p>Il Pulitzer guarda avanti: premi a donne e web</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

È una vera e propria ventata di novità quella arrivata ieri da New York in occasione della consegna dei Premi Pulitzer 2011. Il prestigiosi riconoscimenti giornalistici, infatti, sono stati assegnati all'informazione online e a diverse firme femminili.

A vincere il premio per il giornalismo nazionale statunitense è stato il sito internet ProPublica, autore di un reportage sul mondo della finanza che ha colpito positivamente la giuria.

Il miglior articolo in assoluto, invece, è quello firmato da Amy Ellis Nutt, giornalista dello Star Ledger di Newark.

Un'altra donna, Carol Guzy del Washington Post, ha ottenuto un riconoscimento per il miglior reportage fotografico. I suoi scatti, che ritraggono le terribili scene del terremoto di Haiti, hanno fatto conquistare alla giornalista il suo quarto Pulitzer.

A sintetizzare il clima di novità portato da questo Pulitzer è la figura di Jennifer Egan, vincitrice nella sezione dedicata ai romanzi. Il suo «A visit from the goon squad», infatti, è un testo scritto su un supporto particolare, Power Point, con un taglio piacevolmente femminile.

(Nella foto la redazione di ProPublica mentre apprende la notizia della vittoria)


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).