DALL'ITALIA16:15 - 04 maggio 2011

Migliorano le condizioni di Lamberto Sposini

Ridotta la sedazione, il giornalista ha dato una risposta motoria agli stimoli esterni

di Flavia Parini
<p>Migliorano le condizioni di Lamberto Sposini</p>
PHOTO LAPRESSE

Lamberto Sposini sta meglio. Il giornalista, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma a seguito di un'emorragia celebrale, risponde agli stimoli esterni.

L'ultimo bollettino medico diffuso dai professori Giulio Maira e Rodolfo Proietti, a capo dello staff medico che assiste Sposini, spiega infatti che «alla riduzione graduale della sedazione farmacologica, si è osservata la ricomparsa di risposta motoria agli stimoli esterni, bilateralmente finalizzata».

Secondo i medici, dunque, si può parlare con «cauto ottimismo». La prognosi rimane riservata, ma «le condizioni generali del paziente sono buone e stabili».

Sposini era stato colto da un malore il 29 aprile, mentre si preparava ad andare in onda con la trasmissione «La vita in diretta», ed aveva subito un'operazione d'urgenza. Da sabato 30 aprile si trovava in coma farmacologico.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
gaia montanari 67 mesi fa

forza Lamby t v b e tu lo sai ce la devi fare io sono molto contenta che ti sei svegliato dal coma Farmacologico io e te ci vediamo presto in TV sia per la vita in diretta con Mara Venier e sia anche a domenica in L'arena con Massimo Gilietti t v b tutti ti vogliamo di quel tanto bene un bacino dalla tua fans accanita su di te gaia montanari t v b Lamby

Giovanna 67 mesi fa

L'avevo scritto la prima sera che ce l'avresti fatta... Bravo Lamberto. Vedrai che presto potrai raccontarci questa tua 'avventura' in diretta. Credo che per te sia stata una sorta di rinascita e rivoluzione interiore. Non vedo l'ora di ascoltare la tua testimonianza in diretta. Scusa se ti do del tu, è per simpatia. ;-) Tanta buona energia per te.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).