DAI PALAZZI09:54 - 05 maggio 2011

Camera: i deputati del Pdl votano il lato B delle colleghe

Alessandra Mussolini scopre di essere stata inserita in una classifica sui posteriori femminili

di Flavia Parini
<p>Camera: i deputati del Pdl votano il lato B delle colleghe</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

Quando si pensa alla Camera dei Deputati, si immaginano persone immerse nel lavoro, ci si figurano uomini e donne che, con proposte, interventi e determinazione, discutono di come migliorare la situazione del Paese.

Almeno, questo è quello che dovrebbe essere. In realtà, i deputati pensano anche ad altro. E non si tratta di questioni personali, problemi familiari o nuovi progetti lavorativi. Si tratta del lato B delle deputate del Pdl.

Proprio ieri, infatti, l'Onorevole Alessandra Mussolini ha scoperto che i deputati del Pdl erano occupati nell'arduo compito di stilare una classifica dei posteriori delle loro colleghe di partito. La Mussolini, infuriata, si è sfogata con la deputata del Pd Paola Concia.

«Tu non crederai a cosa è accaduto - ha raccontato la Mussolini alla collega -. In Transatlantico mi ferma Giancarlo Mazzuca (candidato sindaco a Bologna) e mi chiede "ma tu vuoi essere inserita al quinto posto della nostra classifica? Sai...ne scriverò su Panorama". E io a lui, ingenua, "Classifica? Di chi ha presentato più disegni di legge?". E lui, "Disegni di legge? Macchè...io sto parlando di c..., il tuo sarebbe classificato al quinto posto"».

Secondo quanto scrive Repubblica, nel dialogo la Mussolini continua: «Ma tu capisci, Paola? Una classifica sui c...? A questo lavora il responsabile della comunicazione del Pdl alla Camera? Da pubblicare su Panorama? L'ho lasciato lì e mi sono precipitata da Bonaiuti e Cicchitto. Ho detto loro che se esce una sola riga di questa roba possono star certi che lo scrivo io un articolo sull'Espresso, ma per fare la "mia" classifica, di quanto è lungo o corto il microchip dei nostri parlamentari. Sai che risate ci facciamo? E non basta. Ho già cominciato a girare per il Transatlantico sollevando il retro della giacca dei miei colleghi, lanciare un'occhiata e dire "no, questo è troppo piccolo" oppure "no, questo è troppo piatto».

E la Mussolini chiude: «Dimmi tu, Paola, ma in che mondo viviamo?».

È un'ottima domanda: in che mondo viviamo?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Giovanna 67 mesi fa

Nessuno parla del lato C. Il CERVELLO...QUESTO SCONOSCIUTO... Eppure tutto passa di lì. Pure il lato B, il lato A, il perimetro e l'area. Aspirate a un BUON LATO C. Passate parola.

crock 67 mesi fa

ops errore la i ma ero arrabbiata =P

crock 67 mesi fa

forse più che di culi si dovrebbero preoccupare di altro... della cacca che ci rifalano!! come sempre + schifata dal mio paese ...che amarezza!!!!

Lau 67 mesi fa

secondo me è piu incazzata di non essere al primo posto che altro!

daza 67 mesi fa

Ma se i politici si occupano di culi...chi è che governa il nostro paese?

coco nachel 67 mesi fa

per la prima volta la Mussolini ha dtt qalcs di intelligente, k al parlamento ci fossero dei maiali schifosi e ignoranti già lo sapevamo..

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).