DAL MONDO13:59 - 24 maggio 2011

New York, vietato fumare nei parchi e nelle piazze

Entrano in vigore le strette norme anti-fumo volute dal sindaco Bloomberg

di Flavia Parini
<p>New York, vietato fumare nei parchi e nelle piazze</p>
PHOTO KIKA PRESS

Se vi capitasse di andare a New York, non azzardatevi ad accendere una sigaretta in mezzo a Central Park o mentre rimirate le vetrine di Times Square. È vietato.

A partire da oggi, infatti, nella Grande Mela entra in vigore il decreto anti-fumo voluto dal sindaco Michael Bloomberg. La nuova normativa, approvata dal consiglio comunale tra le polemiche, sancisce il divieto di fumo in tutti i luoghi pubblici, compresi quelli all'aperto.

Niente fumo, dunque, sui 30 chilometri di spiagge del litorale della città, nè nei 1700 parchi newyorkesi. Nessun mozzicone per terra a Times Square o sulla High Line di Chelsea. Chi non rispetta la regola va incontro a una multa di 50 dollari.

«I cittadini che vogliono godere delle spiagge e dei parchi di New York avranno il piacere di non trovare più mozziconi di sigaretta intorno alle loro panchine e potranno respirare aria fresca in ogni momento», ha dichiarato Bloomberg firmando la legge.

La notizia, com'era prevedibile, ha sollevato le proteste di tutti i fumatori che non vogliono rinunciare al piacere di godersi una sigaretta comodamente seduti in mezzo al parco. Ma il sindaco Bloomberg è stato irremovibile.

E voi cosa ne pensate? È giusto vietare il fumo nei luoghi pubblici all'aperto come i parchi e le spiagge? Sareste d'accordo se la norma venisse proposta anche in Italia?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
ALESSANDRO 64 mesi fa

Mi sembra una legge giusta. Il fumo si propaga molto anche all'aria aperta, se stai sottovento poi, e' fatta.

Giovanna 64 mesi fa

Tolleranza ? e la tolleranza verso i non fumatori? Io il fumo NON LO SOPPORTO chiaro?

Giovanna 64 mesi fa

lilith cara il fumo fa male alla salute pertanto dato che io tengo alla mia salute se un altro non ci tiene fuma a casa sua non di fianco a me nè a casa mia dato che il fumo passivo è altrettanto dannoso tutto qui la libertà inizia dove comincia quella degli altri non sopporto il fumo anche mentre passeggio per strada mi infastidisce e inoltre non starei mai e poi mai con uno che fuma

elena 64 mesi fa

assolutamente d'accordo!

viola 64 mesi fa

Daccordissimo! Il fumo crea dipendenza al pari di alcol e droga e produce danni alla salute di milioni di persone nel mondo che poi gravano sulla sanità pubblica (cioè ci troviamo a pagare tutti noi...), che un gesto così irresponsabile e incivile venga relegato alle 4 mura di casa propria e che i bambini possano godersi l'aria aperta, aspettare un autobus o giocare in spiaggia senza venir affumicati!

Paola 64 mesi fa

Io sono abbastanza tollerante nella vita, ma quando d'estate al cinema all'aperto ( senza un'alito di vento) un' idiota fuma vicino a mia figlia credo che la tolleranza vada a farsi benedire

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).