DAL MONDO12:20 - 31 maggio 2011

Elezioni, the day after: i commenti della stampa estera

Anche le testate straniere oggi riportano i risultati delle elezioni amministrative

di Flavia Parini
<p>Elezioni, the day after: i commenti della stampa estera</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Numeri e parole, percentuali e dichiarazioni politiche, festeggiamenti e rimorsi: il giorno successivo a un'elezione importante è sempre un giorno ricco di cose da dire. Vincitori e vinti offrono le proprie riflessioni ai microfoni dei telegiornali e alle colonne fitte dei quotidiani, mentre gli elettori festeggiano nelle piazze o scuotono la testa dispiaciuti.

Per sapere quanto il clamore di queste elezioni amministrative sia arrivato lontano, basta leggere i quotidiani stranieri di oggi.

In Francia, Le Monde dedica un lungo articolo alla «sévère défaite pour Berlusconi à Milan». La «dura sconfitta», dice il giornalista del quotidiano d'oltralpe, «ha colpito la coalizione del premier a Milano, a Napoli e in diverse altre città italiane». «Il risultato del voto di Milano - aggiunge Le Monde - è stato considerato come un test nazionale per Silvio Berlusconi».

Sempre in Francia, Le Figaro si concentra invece sull'analisi degli «errori fatti da Berlusconi» in una «campagna elettorale di una rara volgarità ». Secondo il giornale francese, infatti, «l'elettorato napoletano è stato scosso dagli insulti di fine campagna, con un presidente del Consiglio che ha accusato gli elettori di "votare senza cervello"».

Dura nei confronti del centrodestra è anche l'analisi della stampa spagnola. Il quotidiano El mundo titola «Es el fin del berlusconismo» e parla di un «maggio nero» per Silvio Berlusconi, che ha subito una «sconfitta umiliante».

Gli fa eco El pais, che parla di un «lungo ciclo politico che si appresta a finire» e di uno «tsunami di speranza e di cambiamento democratico che si alza dalle urne».

Il corrispondente da Milano del giornale iberico, inoltre, si sofferma sui dati della vittoria di Giuliano Pisapia e scrive: «La vittoria dell'avvocato, più che una vittoria di una parte politica sopra l'altra, è stata una questione di stile e di civiltà , un risultato contro i toni aspri della propaganda, gli insulti e la mala politica». E, sempre parlando di Pisapia, El pais sottolinea la promessa del nuovo sindaco di nominare una squadra che per il 50% sarà composta da donne.

Dei toni troppo aggressivi della campagna elettorale del centrodestra scrive anche l'Independent. «Una campagna squallida, durante la quale i giudici "di sinistra" sono stati paragonati ai terroristi delle Brigate Rosse», si legge sul quotidiano britannico.

Identica l'analisi dell'altro grande giornale inglese, il Guardian, che in merito a «questo modo di esprimersi» dice che «sarà difficile riportare il linguaggio politico italiano a un accettabile livello europeo».

Più ironici i giornali americani, che, dopo aver analizzato i risultati e aver parlato di «batoste per il centrodestra» (New York Times) e di «pesante sconfitta» (Washington Post), si sono soffermati sul caso di Arcore. «La cittadina dove Berlusconi vive e dove la procura milanese sostiene abbia avuto relazioni di natura sessuale con delle minorenni è stata vinta da una candidata (donna, ndr) del centrosinistra», scrive il New York Times.

L'analisi della stampa estera è chiara: il centrodestra sta pagando la scelta di aver portato avanti una campagna elettorale dai toni eccessivamente aspri.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
tired italian 67 mesi fa

Perché arrabbiarsi per il lavoro dei giornalisti? I corrispondenti fanno il loro lavoro e, ognuno con la libertà tipica di una stampa libera, esprime opinioni oltre che raccontare fatti. Un vecchio patetico lo abbiamo in casa, ancora libero di offendere e di essere votato. Negli Stati Uniti hanno arrestato un vecchio porco che ha obbligato con la forza una donna, bella o brutta che sia non ha importanza, ad avere un rapporto orale ; in Francia molto probabilmente, quello stesso uomo, ma anche il nostro, non lo riterranno più candidabile.....

lilithcarla 67 mesi fa

Secondo me gli stranieri dovrebbero guardare ia propri scandali interni....non dovrebbero ficcare il naso.ad es..prendiamo un uomo con un età avanzata .un uomo potente nela campo della finanza internazionale..potrebbe avere tutte le donne che vuole ma viene condannato a 70 (70) anni di carcere ..perchè tenta di stuprare la cameriera nenache tanto avvenente Ma che barzelletta è? ma ..gli stranieri guardano alla nostra campagna politica..tutto il mondo è paese

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).