DAL MONDO17:59 - 08 giugno 2011

Scommettitori in aumento: web sotto accusa

Secondo lo psicologo David Hodgins il facile accesso al gioco ha fatto crescere il numero di chi gioca d'azzardo

di Flavia Parini
<p>Scommettitori in aumento: web sotto accusa</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Si parla spesso, e giustamente, degli effetti positivi che lo sviluppo di internet ha avuto e continua ad avere sulla società contemporanea. Non va però dimenticato che in alcuni casi il web può causare anche effetti negativi. Può, ad esempio, influire sull'aumento degli scommettitori dipendenti.

A sostenerlo è il professor David Hodgins, psicologo e docente dell'Università di Calgary (Canada) ed esperto del fenomeno delle dipendenze, soprattutto per quanto riguarda l'alcol e il gioco d'azzardo. Secondo il luminare canadese, il web aumenta le possibilità di accedere al gioco e, dunque, causa una crescita nel numero degli scommettitori seriali.

«Il web garantisce a tutti un accesso al gioco 24 ore su 24 - spiega Hodgins -. Persone che magari finora non hanno mai neppure pensato al gioco d'azzardo iniziano perchè per curiosità finiscono su un sito di scommesse. E, tra questi, ci sono dei soggetti fragili che possono sviluppare una dipendenza».

I dati raccolti dal professore mostrano benissimo che si tratta di un pericolo reale: ad Hong Kong, ad esempio, una persona su venti ha una dipendenza patologica dalle scommesse. «Hong Kong è il caso limite - afferma Hodgins -, ma anche altrove il problema è consistente: nel Regno Unito riguarda una persona su duecento, in Norvegia uno su cinquecento, negli Stati Uniti l'1% della popolazione».

In Italia invece, secondo i dati riportati da Corriere.it, gli scommettitori dipendenti sarebbero un milione e mezzo.

E, secondo Hodgins, non si deve sottovalutare l'incidenza su questi dati della possibilità, sempre più frequente e meglio sviluppata, di scommettere online.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 63 mesi fa

la madre dei cretini è sempre incinta

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).