DAL MONDO16:59 - 15 giugno 2011

Grecia, scontri tra polizia e manifestanti

Lo sciopero contro le misure di austerity varate dal governo si è trasformato in uno scontro

di Flavia Parini
<p>Grecia, scontri tra polizia e manifestanti</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

Lo sciopero generale proclamato dai sindacati greci mercoledì 15 giugno è degenerato in un violento scontro tra i manifestanti e le forze dell'ordine. In piazza Syntagma, ad Atene, la polizia ha sparato gas lacrimogeni contro i cittadini che stavano protestando e che, a loro volta, hanno lanciato sugli agenti in tenuta antisommossa sassi e yogurt.

La protesta si è svolta di fronte al Parlamento, dove i deputati stavano discutendo sulle nuove misure di austerity richieste dal pacchetto di salvataggio economico dell'Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale. Il piano, che ha l'obiettivo di risanare l'economia della Grecia (che è stata messa in ginocchio della crisi), prevede tagli per 28 miliardi di euro dal 2012 al 2015.

I manifestanti greci si sono ribattezzati «indignados», legando così la propria protesta a quella dei giovani spagnoli che per diversi giorni hanno allestito delle tendopoli nelle piazze di Madrid, di Barcellona e di molte altre città iberiche.

Intanto, lo sciopero dei sindacati greci ha causato molti disagi in tutti i settori, dato che la partecipazione è stata ampia. Sono state registrate difficoltà nelle banche, nei trasporti pubblici, nei porti e negli uffici statali. Gli ospedali hanno coperto solo le emergenze.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).