DAL MONDO16:15 - 20 giugno 2011

San Francisco, referendum contro la circoncisione

Raccolte 12 mila firme, la consultazione popolare si terrà nel mese di novembre

di Flavia Parini
<p>San Francisco, referendum contro la circoncisione</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«La circoncisione infantile deve essere considerata un reato». È questa la tesi, sostenuta da molti californiani, che sta facendo discutere tutti gli Stati Uniti d'America. Ed è questo il quesito del referendum che i cittadini di San Francisco saranno chiamati a votare nel prossimo mese di novembre.

Dopo oltre un anno di proteste, manifestazioni e campagne, infatti, il testo referendario proposto dal deputato democratico Lloyd Schofield è riuscito a raggiungere la soglia delle 12 mila firme necessarie per indire il referendum popolare.

Secondo il quesito proposto, i cittadini dovranno decidere se diventerà reato «circoncidere, incidere, tagliare o mutilare la pelle, il prepuzio, i testicoli o il pene di un'altra persona che non abbia raggiunto i 18 anni di età ». Pena: mille dollari di multa e fino a un anno di carcere.

Il principale sostenitore del referendum è Matthew Hess, un attivista di 42 anni che ha sollevato una spiacevole polemica dopo aver pubblicato online un fumetto sulla circoncisione. La storia di Foreskin Man (l'Uomo Prepuzio), un supereroe dai tratti somatici germanici che salva i bambini dai mostri ebrei che circoncidono i neonati, ha causato al suo autore non poche accuse. «Stereotipi infami - ha detto l'Anti-Defamation League -. Viene riesumata la famigerata iconografia antisemita del nazismo, in voga durante il Terzo Reich».

In realtà la circoncisione non è solo un rito della tradizione ebraica: molti musulmani sono circoncisi e i dati delle autorità sanitarie degli Stati Uniti dicono che il 55% degli uomini americani è stato sottoposto a circoncisione. Questo dimostra che l'asportazione del prepuzio è una pratica molto diffusa al di là delle tradizioni religiose, soprattutto da quando alcune ricerche hanno indicato che ridurrebbe il rischio di contrarre il virus HIV.

Naturalmente ci sono molte persone contrarie alla proposta di rendere illegale la circoncisione infantile. «Equipararla alla mutilazione genitale praticata sulle bambine in Africa è una sciocchezza», ha dichiarato Edgar Schoen, primario di pediatria dell'Università della California.

Voi cosa ne pensate? È legittimo che i genitori decidano di circoncidere i figli oppure sarebbe meglio aspettare che i ragazzi possano decidere da soli?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).