DALL'ITALIA16:21 - 23 giugno 2011

Festa dell'Unità di Roma: il manifesto fa discutere

Il Pd accusato di «uso strumentale del corpo femminile», immediata la replica: «È una rievocazione di Marilyn Monroe»

di Flavia Parini
<p>Festa dell'Unità di Roma: il manifesto fa discutere</p>

È polemica sulla campagna pubblicitaria lanciata dal Partito Democratico romano per annunciare la Festa dell'Unità della capitale. L'immagine mostra le gambe di una ragazza che vengono scoperte da un colpo di vento; la giovane con le mani fa il gesto di fermare il rigonfiamento della gonna e, più sotto, si legge lo slogan «Cambia il vento».

Il manifesto ha suscitato le reazioni del comitato nazionale «Se non ora quando»: «L'abbinamento tra lo slogan e l'ennesima immagine strumentale del corpo femminile ci lascia stupite e attonite. Il comitato protesta ancora una volta di fronte all'uso del corpo delle donne come veicolo di messaggi che nulla hanno a che fare con esso, e invita il Pd romano a ritirare la campagna, anche per rispetto verso milioni di donne italiane il cui voto è stato fondamentale nelle amministrative e nei referendum nazionali del 12 e 13 giugno».

Anche la Conferenza regionale e romana delle donne democratiche è intervenuta nella polemica: «Il Pd di Roma ha sempre prestato grande cura all'immagine della donna. Sorprende lo scivolone realizzato con il manifesto della Festa di quest'anno».

«Ci dissociamo da questa campagna - hanno concluso le donne democratiche - ribadendo che l'uso strumentale del corpo delle donne è bandito dalla nostra cultura e azione politica».

La replica del Pd romano non si è fatta attendere. «Un paio di gambe sono automaticamente equiparabili a un'immagine offensiva o volgare come quelle delle "olgettine" che circolano sul web?», scrive in una lettera aperta al movimento «Se non ora quando».

«Sono la stessa cosa o c'è una differenza? Qual è il confine oltre il quale comincia la mercificazione o l'uso improprio? Il manifesto è una citazione pubblicitaria, una rievocazione di Marilyn Monroe del film Quando la moglie è in vacanza, divenuta un'icona. Può piacere o non piacere. Ma è davvero riprovevole? Costruiamo una discussione pubblica alla festa del Pd di Roma e utilizziamo questa occasione per ragionare insieme su come si combatte la vera mercificazione del corpo delle donne anche nella comunicazione politica».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 63 mesi fa

tanto rumore per nulla inoltre quelle gambe sono flaccide tanto quanto è flaccida la sinistra oggi in Italia tanto quanto è flaccida l'Italia tanto quanto sono flaccidi gli ometti dovrebbero farci le immersioni giornaliere nel Viagra...ma con il loro cervellino cotto e mangiato

per me il manifesto è bello e non offensivo ci mancherebbe Solo di cattivo gusto verso l'elettorato femminile del PD. Volevano rifarsi a Marilyn? Ma lo sanno che Marilin le ballerine non le avrebbe mai messe? Lei era FEMMINA

non era il caso perchè le donne del PD hanno lottato per far si che le donnine di Berlusconi non sedessero in Parlamento (e hanno fatto benissimo) ma ora secondo me si sentono prese in giro. Io ripeto non è affar mio perchè non do il voto per rappresentarmi ne a Berlusconi nè a Bersani

Io Luisa concordo Vedi io ho passato anni ad ammirare le stupende foto di Newton con donne nude stupende come valchirie Il corpo femminile esibito non lo trovo un insulto verso la donna anzi E' un omaggio Guardiamo ai pittori dell'antichità Vediamo le statue degli antichi omaggio agli Dei (poi coperti da un velo da un moralismo cattolico) vediamo i dipinti a Pompei inno alla sessualità Ma qui è la poca serietà Perchè mi pare se ricordo bene il PD ha mandato le sue donne(donne??) in piazza a manifestare contro le ridicole macchiette berlusconiani NOn se ne poteva più di escort al Parlamento E su questo non c'è alcun ombra di dubbio Ma ora quelle donne che erano in piazza come reagiranno? non è problema mio perchè io sono antifemmnista doc. Nel senso che io vivo come donna sono fiera di essere donna e il femminismo non mi tocca Non mi tocca la competività con gli uomini che sono i miei migliori amici Anzi ho cattivi rapporti con le donne. Questo manifesto è bello anche elegante ma non er

Luisa 63 mesi fa

Il punto non sta nei centimentri di carne scoperta o di chi è più o meno nudo ( retaggio cattolico): il punto è che passa il messaggio che l'uomo è serio, responsabile, in giacca e cravatta e che la donna è disimpegnata , legata al piacere e c'entra poco con le cose importanti. Alla faccia dei disastri che il patriarcato ha portato su questa terra. E il patriarcato non è nè di destra nè di sinistra, è degli uomini Luisa

Mah, tanto rumore per nulla. Non hanno messo una donna in bikini, ma un paio di gambe con gonna svolazzante, ma in ballerine: il Pdl le avrebbe messe in plateau da cubista. :D Se non altro, l'immagine è intonata allo slogan.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).