DALL'ITALIA11:00 - 24 giugno 2011

Napoli affonda nei rifiuti, ancora roghi e proteste

Il presidente Giorgio Napolitano ha chiesto al governo di intervenire con urgenza

di Flavia Parini
<p>Napoli affonda nei rifiuti, ancora roghi e proteste</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«La situazione igienica è grave». Non trova altre parole, Luigi De Magistris, per descrivere la situazione dei rifiuti a Napoli. Il neosindaco, che ha promesso di eliminare il problema dei rifiuti, ha appena emanato un'ordinanza che va proprio in questo senso.

Il provvedimento prevede l'estensione della differenziata, turni di raccolta 24 ore su 24 per gli operatori comunali dell'Asia, isole ecologiche in ogni municipalità, siti di trasferenza cittadini e task force della polizia municipale contro i piromani che bruciano i rifiuti.

Prima di poter applicare il nuovo sistema, però, bisogna risolvere l'emergenza immediata: Napoli sta affondando nella spazzatura ed è pervasa dal cattivo odore (che con la stagione estiva è ancora più insopportabile) emanato dai sacchetti abbandonati in strada. Ieri alcuni negozi sono rimasti chiusi a causa dei troppi rifiuti in strada, ed è stata bloccata per mezza giornata via Duomo: strada di musei, chiese e importanti mete turistiche.

Si susseguono i presidi di protesta dei cittadini, al limite della sopportazione. Nella notte i vigili del fuoco sono stati costretti a intervenire su 64 roghi tra Napoli e provincia.

«La situazione è molto grave - ha detto De Magistris. «Quello che temo di più è il rischio sanitario. Diversi ambienti vogliono che Napoli resti sotto la spazzatura, ma noi no. Vinceremo la battaglia». Il sindaco, inoltre, ha lamentato l'assenza di aiuti da parte del governo: «Berlusconi? Se ne frega».

Un duro monito nei confronti del governo è arrivato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: «È assolutamente indispensabile e urgente un intervento per l'aggravarsi della acuta e allarmante emergenza rifiuti - ha detto il capo dello Stato. «Confermo di aver espresso allo stesso presidente del Consiglio la mia inquietudine per la mancata approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, in due successive riunioni, del decreto legge che era stato predisposto (si tratta del provvedimento che prevede i trasferimenti dei rifiuti campani in altre Regioni, ndr)».

«Senza entrare nel merito del decreto, rinnovo l'espressione del mio convincimento che comunque un intervento del governo nazionale sia assolutamente indispensabile e urgente al fine anche di favorire l'impegno solidale delle Regioni italiane» - ha concluso Napolitano. «È quanto auspicano anche la Regione e gli enti locali di Napoli e della Campania, nello spirito dell'intesa che con apprezzabile sforzo unitario è stata da essi sottoscritta a Napoli».

Da parte sua, il premier Silvio Berlusconi ha dichiarato che il problema dei rifiuti sarà affrontato nel prossimo Consiglio dei Ministri. «Il tema è già sul tavolo da giorni e abbiamo iniziato dei precisi approfondimenti», ha detto il presidente del Consiglio.

Intanto il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo annuncia un intervento straordinario per trasferire i rifiuti napoletani.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 62 mesi fa

Mi sono persa i vostri interventi...non vorrei essere fraintesa...io non ho difeso nessuno, sia chiaro ! Mi chiedo soltanto come mai Napoli sia finita così, ma credo fondamentalmente che dietro ci siano MAL- affari legati allo smaltimento che sono macroscopici, forse con legami europei... Ci sono mafia e politica a tanti livelli che noi neppure immaginiamo. Mi auguro che i napoletani si riprendano la loro grande cultura e la loro grande città, tutto qui. A me di Berlu o di altri nani non me ne importa un fico!

Chichy23 63 mesi fa

Ma chi è che ci avrebbe salvato se siamo sempre allo stesso punto??!!!Berlusconi non ha fatto nessun miracolo, non ha salvato proprio nessuno e forse la situazione è troppo difficile anche per lui perchè troppo radicata..io faccio la differenziata da anni, mia mamma si carica le buste in macchina e si va a cercare i bidoni giusti e così tutte le persone perbene e secondo voi è per questo che stiamo così a Napoli???non perchè ci sono dei traffici sotto che ci hanno portati a questo?mi viene da piangere se penso a come stiamo messi, a voi che ci considerate tipo dei cavernicoli e a queste persone senza dignità che per arricchirsi hanno rovinato Napoli :(((

Paola 63 mesi fa

Ho sentito l'amarezza di un cittadino in un'intervista, che in questo momento condivido perfettamente:"Napoli ormai e' una citta bruciata"

lory 63 mesi fa

Menomale che ha risposto Emanuela a Giovanna... ascoltate chi vive certi drammi invece di aprir la bocca per niente. Donna scarlatta, sul corriere della sera ho letto giusto qualche giorno fa che nei pochi comuni dove è attiva la raccolta differenziata, c'è una percentuale molto alta (tra cui addirittura un bel 90% e passa di Bagnoli). Non si può prendere in giro la gente dicendo "io ho fatto il miracolo" e poi smettere di informare sulla spazzatura a Napoli perché i media sono tutti del governo! Io ho parenti napoletani e ti assicuro che la spazzatura l'hanno trovata anche pochi giorni dopo il miracolo berlusconiano. Però in tv se ne ricomincia a parlare solo ora? E cmq penso anche io così, alcuni sono convinti che se noi al nord non abbiamo spazzatura in strada è perchè siamo virtuosi con la differenziata. Mi sembra una gran cretinata. Tante città italiane non hanno ancora attivo il sistema di differenziata porta a porta e non hanno il dramma napoletano, perchè?

E' chiaro che la colpa è dei politici locali ma occorre anche inziare a dividere la spazzature e non sempre dire no alle discariche E poi come giustamente dice Emanuela ci sono dei problemi che vanno affrontati alla radice camorra ecc Un augurio a tutti i napoletani che la città riprenda la sua dignità Una delle più belle città italiane che ci fa grandi nel mondo Ma non bisogna sempre aspettare che siano gli altri a risolvere i nostri problemi

Giovanna Concordo Ieri sera parlavo con un napoletano. Diceva la spazzatura va messa sotto le sedi dei politici Berlusconi se ne deve andare E la raccolta differenziata' non serve a nulla è solpa solo dei politici Mi sono alzata altrimenti giravano parole grosse Non ho voluto essere offensiva Ma se berlusconi con tute le scemenze che ha fatto (sono la prima di dirlo) li ha già salvati l'anno scorso con l'esercito Ora basta e che imparino a smaltire la spazzatura come facciamo noi al nord da sempre Sono populista? sono razzista? ebbene si!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).