DALL'ITALIA11:58 - 27 giugno 2011

Maturità: sui banchi la terza prova

Il test è preparato dalle varie commissioni esaminatrici, ma il ministro Gelmini ha espresso la volontà di cambiare

di Flavia Parini
<p>Maturità: sui banchi la terza prova</p>
PHOTO LAPRESSE

Dopo qualche giorno di pausa, oggi tutti gli studenti impegnati degli esami di Maturità sono tornati in classe. Sui banchi hanno trovato la tanto temuta terza (e ultima) prova scritta. L'esame consiste in un test predisposto non dal ministero (come invece accade per le prime due prove), ma dalla propria commissione esaminatrice.

La terza prova può essere diversa a seconda del tipo di indirizzo di studio o anche della classe: alcuni test presentano quesiti a risposta singola, altri a risposta multipla, altri ancora un elaborato sintetico oppure la presentazione di un progetto. I contenuti verteranno su cinque delle materie non affrontate nelle prime due prove.

Potrebbe essere l'ultimo anno in cui la terza prova viene preparata dalle varie commissioni: il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, infatti, nei giorni scorsi ha ribadito la volontà di introdurre una prova diversa, un test a risposta multipla di tipo angolsassone simile a quello dell'Invalsi che viene proposto per l'esame di terza media. L'obiettivo è quello di avere un test uguale per tutto il Paese.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).