DALL'ITALIA15:30 - 07 luglio 2011

Brunetta si sposa: precari pronti a "fargli la festa"

Il tam tam corre sul web: «l'Italia peggiore» è pronta a contestare il ministro alle sue nozze

di Flavia Parini
<p>Brunetta si sposa: precari pronti a "fargli la festa"</p>
PHOTO GETTY IMAGES

L'indignazione dei precari non si è ancora placata. Le parole pronunciate qualche settimana fa dal ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta continuano a bruciare come sale su una ferita. «Siete l'Italia peggiore. Con voi non parlo», aveva detto il ministro ad alcuni precari della pubblica amministrazione che stavano per rivolgergli una domanda.

La frase ha indignato i tanti lavoratori che si trovano in una situazione di precarietà e alcuni di loro hanno deciso di contestare il ministro in un'occasione davvero particolare: il suo matrimonio con Titti Giovannoni, che sarà celebrato domenica 10 luglio a Ravello, sulla Costiera Amalfitana.

L'iniziativa è nata sui social network e si sta diffondendo in tutta la rete: su Facebook, ad esempio sono comparse diverse pagine come «Assediamo il matrimonio di Brunetta» e «Accogliamo Brunetta con i pomodori».

La pagina principale della protesta, intitolata «domenica 10 luglio l'Italia peggiore farà la "festa" a Brunetta», ha già raccolto quasi 500 simpatizzanti. «Non siamo stati invitati alla festa - si legge sulla pagina Facebook - eppure l'Italia peggiore ha voglia di incontrare la peggiore Italia che calpesterà il suolo di Ravello il 10 luglio».

«Non ci stiamo - continuano le associazioni dei precari che firmano l'iniziativa -. Ci indignamo di fronte a un ministro come Brunetta, che definisce i precari l'Italia peggiore e i dipendenti pubblici "cialtroni". Assediamo con i nostri corpi e la nostra voce le loro feste. Diventiamo il loro incubo!».


Aggiornamento di venerdì 8 luglio: Non tutti i precari sono d'accordo con la protesta prevista al matrimonio di Renato Brunetta. Il gruppo di Ballata dei Precari, ad esempio, è convinto che «continuare a insultare il ministro o rovinargli le nozze non serve a nulla». «Anzi, ci fa solo del male - dicono -. La disoccupazione giovanile non è un problema politico, ma sociale. Mugugnare, insultare e lamentarci non serve a farci avere un contratto migliore.
C'è bisogno di costruire un dibattito per far riflettere tutti: il precariato riguarda l'Italia intera, non solo i giovani e il ministro Brunetta».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
alessio 65 mesi fa

MI CONGRATULO CON I NOVELLI SPOSI. PURTROPPO NON BASTA UN BUON MATRIMONIO PER RIDARE CREDIBILITA' A CHI NON HA FATTO MAI NULLA PER OTTENERLA.

Giovanna 65 mesi fa

YOKIO77 mi sembra ganzissima-o e fuori dal coro..;-) maschio o femmina?

yokio77 65 mesi fa

il potere negli occhi di un numero di persone crea sempre un grande ascendente...specifico ad un certo numero di persone...

Giovanna 65 mesi fa

Giovannina è apprezzabile... sorella Paola alllora sei tra noi altre!

Rossella 65 mesi fa

Secondo mia sorella, si sposa solo lei. Lui fa la prima comunione.

Paola 65 mesi fa

Infatti Giovannina parlo per quelle che si fanno acchiappare.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).