DAL MONDO10:15 - 14 luglio 2011

India, attacco terroristico a Mumbai

Tre diverse esplosioni hanno colpito diversi punti della città causando 21 morti e 140 feriti

di Flavia Parini
<p>India, attacco terroristico a Mumbai</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

L'India è ripiombata nel terrore. Dopo l'attacco terroristico che nel 2008 causò la morte di 170 persone, ieri la città di Mumbai è tornata nel mirino degli attentatori. Tra le 18.45 (ora locale) e le 19 si sono verificate tre forti esplosioni.

La prima vicino all'Opera House, l'elegante edificio costruito dall'impero britannico nel periodo coloniale, una al Zaveri Bazaar, il mercato più grande della città e la terza alla stazione di Dadar, affollata di pendolari. Come era successo negli attacchi del 2008 e in quelli del 2006 e del 1993, le esplosioni vengono programmate per l'ora di punta, con l'obiettivo di colpire il maggior numero di persone.

Immediatamente il ministro dell'Interno Palaniappan Chidmambaram ha parlato di «un attacco terroristico coordinato». L'atto non è stato rivendicato e non ci sono ancora elementi sufficienti per comprendere l'identità degli autori.

Alcuni hanno rilevato una strana coincidenza: ieri, 13 luglio, era il compleanno di Ajmal Kasab, l'unico terrorista sopravvissuto nel 2008 e detenuto in India.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).