DALL'ITALIA13:35 - 18 luglio 2011

Coin, modelli veri in vetrina. Cgil attacca, l'azienda non cede

Il sindacato ha criticato il negozio per aver messo in vetrina dei "manichini viventi"

di Flavia Parini
<p>Coin, modelli veri in vetrina. Cgil attacca, l'azienda non
cede</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«Mamma, guarda, i manichini si muovono!». Sono tanti i bambini che nello scorso fine settimana, passando davanti alle vetrine del Coin di piazza Cinque Giornate, a Milano, hanno indicato il vetro urlando la loro sorpresa.

In effetti, in occasione della promozione della linea di prodotti da spiaggia «Coin hi-fun», il negozio ha deciso di sostituire i manichini tradizionali con un gruppo di modelli in carne e ossa. I ragazzi, in costume da bagno, mostravano ai passanti i nuovi teli da mare con iPod incorporato e tutte le altre novità targate Coin.

L'utilizzo di "manichini viventi", però, ha scatenato un'aspra polemica. Venerdì scorso la Filcams Cgil di Milano è insorta contro l'iniziativa, parlando di una promozione «all'insegna dell'uso del corpo e della mercificazione di tutto». Il sindacato scriveva in una nota: «Non siamo contro i saldi, né contro l'economia di mercato, ma vorremmo difendere il decoro dei lavoratori e l'intelligenza dei clienti. È questa l'immagine che Milano vuole darsi? Non è certamente con queste scelte pubblicitarie che si costruisce una città che vuole essere modello di modernità e futuro».

Il gruppo Coin ha subito replicato: «La vetrina di un department store è il medium per eccellenza che permette di presentare brand e prodotti ricorrendo, a volte, all'interazione con i clienti. Spesso le vetrine di Coin sono state teatro di performance di artisti, che hanno realizzato dal vivo la loro opera».

E ancora: «Molti marchi di moda e abbigliamento, in tutto il mondo, usano persone e non manichini per presentare, in vetrina o dentro al negozio, le loro collezioni o promozioni. Gruppo Coin lo fa da molti anni, e così ha dato lavoro a un elevato numero di ragazzi e ragazze, selezionati regolarmente tramite agenzia e retribuiti nel rispetto di tutte le normative. La promozione continua secondo programma».

E voi cosa ne pensate? Siete d'accordo con l'ospitare in vetrina modelli in carne e ossa o preferireste i manichini tradizionali?

 

(Foto d'archivio di alcuni modelli in vetrina)


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
miulan 62 mesi fa

sinceramente mi sembra solo una scusa per mettere delle persone mezze nude in vetrina. Perchè l'hanno fatto per i costumi e non per i vestiti invernali? perchè una donna in jeans e maglione nessuno se la sarebbe filata. un conto è mettere degli artisti nella vetrina ed un'altra ragazze in bikini. sinceramente nn sono d'accordo con l'iniziatia. poi ognuno è libero di fare quel che vuole con i propri soldi.

Gianfranca 62 mesi fa

La trovo una bellissima idea. Qualche tempo fa volevo fare una cosa simile anche nei miei negozi ma ho dovuto abbandonare il progetto perchè troppo costoso per le mie tasche. In ogni caso i sindacati dovrebbero occuparsi dei problemi dei lavoratori che sono tanti e non certo del marketing di un'azienda specialmente quando è vincente e dà lavoro a moltissime persone. E' ora di finirla, in Italia si polemizza su tutto, ma alla resa dei conti siamo sempre più sfruttati e tassati. Mi sembra di essere un bancomat, quando non sanno come pareggiare i conti ci mettono le mani in tasca e prelevano in modo indecente.

chiara 62 mesi fa

Ultimamente ogni scusa è buona per polemizzare e siamo così determinati a difendere i nostri diritti da criticare qualsiasi cosa, anche quando le critiche non servono! Sono passata proprio ieri davanti alla vetrina del Coin di Piazza Cinque Giornate mentre ero fuori con mia mamma e, pur non essendo più una bambina, anche io ho esclamato con passione: " I manichini sono veri!". Passando, sia io che mia mamma abbiamo sorriso e la ragazza-manichino,che ci ha notato, ha sorriso a sua volta salutandoci con la mano. Finalmente una persona che regala un sorriso per strada! ;) Sarebbe proprio ora di polemizzare meno e agire di più, a riguardo di cose utili però!

chiaretta28 62 mesi fa

Quella dei manichini umani è una strategia di Marketing e pubblicità vecchia e già rivista, che riesce sempre a ottenere un grande successo e perché no, anche molto simpatica! Che poi, è così diverso da una sfilata? Il concept è lo stesso, mostrare... Se la CGIL si applicasse di più in altri ambiti...ad esempio aiutare gli insegnanti ad ottenere i finanziamenti per poter permettere a una classe di fare un stage linguistico all'estero...bah, muoversi per far polemica e non per migliorare il futuro!

davide 62 mesi fa

Non è mica una novità quella dell'uso di persone vere nelle vetrine,sono anni che questo tipo di comunicazione viene realizzata........secondo me si perde sempreun sacco di tempo per cose inutili.....

Rosalinda22 62 mesi fa

ma i sindacati non possono per una volta battagliare per problemi veri dei lavoratori, invece che fare queste gallinate per un nonnulla??? e che cavolo, ci sono donne che ogni santissimo giorno devono lottare contro mobbing e pressioni per il fatto di volere figli(o di averne), e il cgil dove va a fare baccano???per un'idea intelligentissima che hanno avuto al reparto marketing di coin. assurdo. io la trovo un'idea molto divertente (anche se già utilizzata..)e che vende. e molto.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).