DALL'ITALIA11:50 - 29 luglio 2011

No Tav, scontri nella notte. Sei feriti tra le forze dell'ordine

In circa 200 hanno attaccato il cantiere di Chiomonte scagliando pietre e bombe carta

di Flavia Parini
<p>No Tav, scontri nella notte. Sei feriti tra le forze
dell'ordine</p>
PHOTO LAPRESSE

Non si fermano gli scontri in Val di Susa tra i No Tav e le forze dell'ordine. Questa notte, alla Maddalena di Chiomonte, circa 200 aderenti all'area antagonista, di matrice autonoma e anarchica, hanno assaltato il cantiere della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione.

I manifestanti, la maggior parte dei quali con il viso coperto da caschi e maschere antigas, hanno attaccato il cantiere da due lati: l'area archeologica e la zona sottostante il viadotto Clarea dell'autostrada A32. Un gruppo ha tentato di forzare la recinzione agganciando la rete con un arpione, ma è stato fermato dalle forze dell'ordine.

Tra i manifestanti e la polizia è scoppiata una guerriglia durata quasi due ore: i primi hanno lanciato pietre, biglie metalliche, bulloni, petardi, fumogeni e bombe carta, mentre polizia e carabinieri hanno risposto con getti d'acqua degli idranti e lacrimogeni.

Negli scontri sono rimasti feriti 6 membri delle forze dell'ordine: un dirigente, tre agenti della polizia, un maresciallo dei carabinieri e un agente della guardia di finanza (quest'ultimo colpito al piede da una bomba carta e trasportato in ospedale).

Contemporaneamente ai disordini, circa un centinaio di abitanti della Val di Susa contrari alla realizzazione della Tav hanno dato vita a un presidio di protesta di fronte alla centrale elettrica di Chiomonte.

Foto d'archivio


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).