DALLA SOCIETA'11:33 - 11 agosto 2011

Vogue America: chiacchiere da ascensore

Una pagina su Twitter rivela i bisbigli del palazzo Condé Nast di New York

di Simona Marchetti
<p>Vogue America: chiacchiere da ascensore</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Si sa: gli ascensori sono fra i posti meno indicati quando si vogliono mantenere i segreti, ché anche i pulsanti dei piani hanno le orecchie.

Se poi gli ascensori in questione sono quelli del mitico edificio di Frank Gehry a Times Square, dove ha sede Condé Nast e (soprattutto) c'è la redazione di Vogue America, tenere a freno la lingua diventa ancora più difficile. A maggior ragione se il tuo compagno di salita sfoggia una maglietta che «fa tanto due mesi fa» o se nell'ascensore «c'è puzza di McDonald's».

Bisbigli e brani di conversazioni (anche telefoniche) che qualcuno ha raccolto e trasformato in tweet anonimi, postati su @CondeElevator di Twitter che ha aperto i battenti lo scorso 6 agosto (con la foto di Anne Wintour versione Meryl Streep de Il Diavolo Veste Prada come immagine dell'account) e che ha già oltre 51mila follower.

A dir poco esilaranti (per stessa ammissione di alcune fonti interne e anonime) i tweet: da chi vorrebbe un ascensore «che va solo a Vogue. Solo fino al 12° piano e poi indietro» - con l'interlocutrice che approva convinta, a chi si affanna perché «ho l'eli(cottero) per gli Hamptons alle 10».

Non mancano poi i complimenti d'obbligo per qualche look azzeccato («Oddio, hai un look fichissimo! Vorrei ci fosse vicino un tasto like per cliccarlo») e pure qualche scivolone modaiolo (ragazza 1: «adoro la tua collana, l'ho vista da Banana la settimana scorsa e stavo per comprarla»; ragazza 2: «è di Gucci») che nel film di David Frankel avrebbe portato al licenziamento in tronco.

E mentre si attendono nuovi tweet (l'ultimo risale alle quattro del pomeriggio del 10 agosto) arrivano anche i primi commenti ufficiali: «Non sappiamo di chi sia l'idea né se sia tutto vero - ha detto un portavoce della Conde Nast ad ABCNews - ma ciò dimostra che sono in tanti a voler sapere cosa succede nei nostri uffici».

 

Aggiornamento: la popolarità ha il suo prezzo. L'11 agosto è apparso questo (probabilmente l'ultimo) tweet: «È fuori controllo. Ci tengo al mio lavoro. Meglio smettere. #sorry».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
chiaretta28 64 mesi fa

Sarà il caso che apra anche io un account twitter?

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).