DALLA SOCIETA'12:11 - 12 agosto 2011

Londra, Valentino Rossi: sto con i vandali

Per l'ex campione di MotoGp la colpa degli scontri è solo della polizia

di Simona Marchetti
<p>Londra, Valentino Rossi: sto con i vandali</p>
PHOTO LAPRESSE

Nel giorno in cui Londra piange il suo quinto morto dall'inizio degli scontri di sabato scorso (il 68enne Richard Mannington Bowes, vittima di un'aggressione da parte di un gruppo di teppisti ad Ealing, deceduto per le lesioni riportate), l'ex campione del mondo di Moto GP, Valentino Rossi, se ne esce con una dichiarazione perlomeno sconcertante, schierandosi dalla parte dei ribelli che hanno messo a ferro e fuoco la capitale e le principali città dell'Inghilterra.

«Sono con i contestatori» - ha detto in un'intervista a La Stampa. «La polizia dovrebbe dare una mano e risolvere i problemi, non mettersi a menare la gente e uccidere dei ragazzi. Se c'è questo casino, forse il perché è proprio nel comportamento delle forze dell'ordine».

A far scoppiare il casino, come lo chiama Rossi, sarebbe stata la degenerazione della manifestazione organizzata sabato pomeriggio nel quartiere multietnico di Tottenham per protestare contro l'uccisione in un conflitto a fuoco con la polizia del pregiudicato Mark Duggan.

Quella che era infatti nata come una riunione pacifica si è quasi subito trasformata in un violentissimo attacco alle forze dell'ordine e da lì ai saccheggi nei negozi e agli episodi di vandalismo nelle strade (macchine distrutte, vetrine infrante e palazzi in fiamme) il passo è stato davvero breve.

Giusto il tempo di un messaggino via Blackberry Messenger o di un tweet, che hanno fatto da collante fra i ribelli (lo smartphone della RIM è il più usato dai teenager britannici, con il 37% delle preferenze).

Da qui la proposta del primo ministro David Cameron di aumentare i controlli sui social network come Facebook e Twitter, «per capire se sia giusto bloccare le comunicazioni attraverso questi siti e servizi online, quando è chiaro che si stanno progettando violenze, disordini e atti di criminalità».

E a proposito della morte del signor Bowes: dopo che Scotland Yard aveva diffuso l'immagine di un sospetto, ripresa da una telecamera di sorveglianza, Sky News ha riportato la notizia dell'arresto di un 22enne.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 64 mesi fa

MA QUANTO E' BRUTTO???

Giovanna 64 mesi fa

a chiara b- di articoli ne sono stati scritti tanti ma le sue parole sono sempre le stesse quelle di uno che ha pensato poco prima di parlare... in questo caso

chiarab 64 mesi fa

sono d'accordo con Arianna: si fa presto a strumentalizzare una dichiarazione di un personaggio tanto esposto mediaticamente come Vale. Basta leggere l'articolo e notare che accanto al nome Valentino Rossi c'è sempre l'appellativo "ex-campione", per capirne la faziosità. e non venitemi a dire che è un dato di fatto, perchè su un articolo striminzito di 20 righe, il suo nome poteva essere accompagnato da apposizioni quantomeno diversificate.

Giovanna 64 mesi fa

Ha detto un cretinata e la sostanza non cambia di una virgola. Ancora più grave perché ha la residenza in uno dei quartieri dov'è nata la rivolta. Infatti lui stesso IERI ha smentito ufficialmente....in maniera poco credibile. ERA MOLTO MEGLIO CHE TACESSE.

simo 64 mesi fa

< -continua con vandali (= quelli che hanno trasformato una manifestazione pacifica in una guerriglia) per far credere che Valentino è pro i saccheggi e le violenze in una città che lui adora e in cui ha vissuto per anni. =_=

simo 64 mesi fa

1- Contestatori e vandali NON è assolutamente la stessa cosa! L'unica cosa sconcertante qui è come si strumentalizzano le dichiarazioni di Valentino, la sua frase è chiarissima: " La polizia dovrebbe dare una mano e risolvere i problemi, non mettersi a menare la gente e UCCIDERE DEI RAGAZZI " CHIARO riferimento alla morte di Duggan (non agli scontri venuti in seguito) morte che aveva dato via alle PROTESTE, ed è questo che 'appoggia' Valentino : la voce di chi era sceso in strada per denunciare un (presunto) sopruso ... NON le violenze e i saccheggi che si sono verificati per mano dei soliti criminali e sciacalli di turno. Vi potrà stare antipatico o quello che volete ma le sue parole sono lì, è italiano eh! 2- Vale non ha ritrattato nulla... sono titoli come quello di questo articolo che scatenano le polemiche, basta cambiare la parolina contestatori (= persone che hanno deciso di protestare per l'uccisione da parte della polizia di un ragazzo di 29 anni padre di 4 bambini )

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).