DAL MONDO11:40 - 16 agosto 2011

Google compra i telefonini Motorola

Accordo raggiunto fra le due società sulla base di 12,5 miliardi di dollari

di Simona Marchetti
<p>Google compra i telefonini Motorola</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Google entra di diritto nella guerra degli smartphone con l'acquisto di Motorola Mobility, che produce tutti i telefonini marchiati Motorola, per 12,5 miliardi di dollari (ovvero, 40 dollari ad azione in contanti, con un +63% rispetto alla chiusura del titolo Motorola di venerdì scorso).

L'operazione è stata approvata all'unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società e rappresenta un indubbio attacco allo strapotere di Apple e Rim: Motorola produce infatti già smartphone che utilizzano la piattaforma Android, prodotta da Google, che ora potrà così produrre per la prima volta in proprio i telefonini, oltre a fornirne il software.

Stando ai dati di Bloomberg, si tratta della più grande operazione nel settore della telefonia da almeno dieci anni. «L'acquisizione di Motorola Mobility, già partner di Android - si legge nella nota congiunta - permetterà a Google di sviluppare ulteriormente l'ecosistema di Android, che resterà comunque aperto, e cui potranno continuare ad avere accesso anche gli altri produttori di smartphone e telefonini mobili».

Come già anticipato da Google, Motorola Mobility sarà un business separato all'interno del gruppo di Mountain View. «Non vedo l'ora di dare il benvenuto ai Motorolans nella nostra famiglia di Googlers», ha detto l'amministratore delegato di Google, Larry Page.

La chiusura dell'acquisizione è attesa entro la fine del 2012, anche se deve ancora superare eventuali controlli normativi legati alla portata, non solo economica, dell'affare.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).