DALL'ITALIA11:30 - 13 settembre 2011

Madonna contro Berlusconi.
Il Pdl risponde boicottando il suo film

La popstar ha lasciato intendere di non essere una "fan" del premier

di Flavia Parini
<p>Madonna contro Berlusconi.<br />
 Il Pdl risponde boicottando il suo film</p>
PHOTO SPLASH NEWS

A volte bastano poche parole per scatenare una polemica di vaste dimensioni. In questo caso, è stato sufficiente che Madonna rispondesse a una domanda di un giornalista riguardante Silvio Berlusconi.

Intervistata dal settimanale Oggi, in occasione della presentazione alla Mostra del Cinema di Venezia del suo nuovo film W.E., la celebre popostar si sarebbe infatti trovata a esprimere la propria opinione sul premier italiano e avrebbe dichiarato: «Non vorrei parlarne adesso. Ma il settimanale inglese Economist ha già detto tutto, no?». Il riferimento è chiarissimo: solo pochi mesi fa, l'Economist aveva dedicato l'inchiesta di copertina a Berlusconi, intitolandola «Perchè è inadatto a governare l'Italia».

L'opinione di Madonna ha fatto scalpore, tanto che alcuni componenti del Popolo della Libertà hanno deciso di rispondere alla cantante. Daniela Santanchè, ai microfoni di Klaus Condicio (il programma di Klaus Davi su Youtube), ha detto che Madonna «ha offeso milioni di connazionali. Va infatti contro la scelta democratica di milioni di italiani che hanno voluto questo governo». L'Onorevole Santanchè ha poi invitato gli italiani a boicottare il film di Lady Ciccone: «Mi auguro a questo punto che il suo film se lo veda da sola».

Nella discussione è poi entrato anche il Sottosegretario alla Famiglia Carlo Giovanardi. «Ciò che pensa Madonna non conta molto - ha replicato -. Gli italiani sanno che è una supermiliardaria e non è che la gente si lasci irretire da questi satrapi ricchi e viziati. Tra l'altro, la signora Ciccone è apertamente per le famiglie omosessuali, quindi schierata palesemente contro la nostra cultura e la nostra Costituzione, che non prevedono famiglie gay».

L'ultima replica targata Pdl, infine, è arrivata dalla deputata Gabriella Carlucci: «Evidentemente Madonna ha un ufficio stampa comunista che le ha detto di dire così per farla uscire meglio sui giornali comunisti».

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Vale 63 mesi fa

e certo che sono questi i "problemi seri" che impongono ai politici il dovere di esprimersi.... ma ormai non si rendono conto di quanto sia ridicolo dire di boicottare un film. e poi Giovanardi se non la butta sui gay (anche quando non c'entrano nulla!) almeno una volta la giorno non può dormire sereno!

STRABENE 63 mesi fa

non ha insultato gli italiani...ha insultato berlusconi...anzi lo ha qualificato per quello ke tecnicamente è...cioè una MERDACCIA

ridicoli

yokio77 63 mesi fa

Io ripeto il tempo che hanno sprecato per creare un'inutile polemica sù di un commento di un personaggio pubblico come Madonna, è meglio che lo utilizzino per trovare delle soluzioni per farci muovere dalla M***A in cui siamo finiti...cmq non erano gli esponenti del governo che continuavano a dire che la crisi non ci avrebbe colpito, che i ns. conti pubblici erano in regola e tante altre baggianate del genere!!!!

dscarlatta 63 mesi fa

Biutre la Santanchè ha finito la carriera politica. Oggi su facebook ho letto una lettera di Storace .La destra è ormai ridicola. Non sta più in piedi. E dove va quella? con Berlusconi .oramai sono agli sgoccioli pure loro Può solo andare a comprarsi l'ennesima Birkin da Hermes..ma sarebbe meglio ne regalasse una a me che non ne ho neppure una E' una donna elegante.(e ci credo con quello che guadagna mi piace come si veste) ma sul piano politico la metto al lilvello di Luxuria. Cioè zero assoluto E' più chic quando tace

biiutre 63 mesi fa

ma ci vuole anche un bel coraggio a commentare le parole della santanche' , bisognerebbe lasciarla parlare da sola e basta , e' come un soprammobile lei , inutile e basta , pero' amicaaaaaaaaaaaaaaa di berlusconi!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).