DAL MONDO12:40 - 23 settembre 2011

Uars, il satellite potrebbe cadere sul Nord Italia

Secondo la Nasa la possibilità che un frammento colpisca una persona è vicina allo zero

di Flavia Parini
<p>Uars, il satellite potrebbe cadere sul Nord Italia</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Questa sera nel Nord Italia sono previste piogge. Ma non sarà uno dei tanti temporali di fine estate a cui siamo abituati, bensì di una pioggia di frammenti di titanio. Si tratta dei pezzi del satellite Uars della Nasa, che proprio oggi, arrivato alla fine della sua vita, precipiterà dallo spazio e si frantumerà sull'atmosfera terrestre.

Il fenomeno si ripete ogni volta che un satellite arriva alla fine del suo percorso, e solitamente tutti i frammenti si disintegrano al momento dell'impatto, ma questa volta le condizioni sembrano essere diverse. Uars, infatti, è un corpo satellitare molto grande: è lungo 12 metri, largo 4 e pesa circa 6,5 tonnellate.

Con una mole di questo genere esistono delle possibilità che alcuni pezzi sopravvivano all'impatto e precipitino sulla superficie terrestre. In particolare, potrebbero arrivare sulla Terra 26 frammenti, alcuni del peso di solo qualche etto, altri di addirittura 158 chili.

La Nasa, che tiene costantemente monitorata la situazione, non è in grado di prevedere dove potranno cadere questi pezzi del satellite. Sono state fatte numerose simulazioni e sembra ci sia una probabilità molto alta (circa del 71%) che i pezzi finiscano in mare.

Tra le traiettorie possibili, però, c'è anche il Nord Italia. Secondo le stime degli esperti, infatti, il satellite, che nel momento dell'impatto si trasformerà in una scia luminosa, dovrebbe passare sopra i cieli dell'Italia Settentrionale tra le 21.25 e le 22.03 di questa sera.

La Protezione Civile è in allerta e invita chi abita nelle regioni del Nord di «preferire i luoghi chiusi». «I frammenti possono perforare tetti e solai - ha detto il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli -, quindi sono più sicuri i piani bassi. Nel caso in cui i cittadini trovino dei detriti, devono chiamare le autorità senza toccare niente».

Si tratta, però, solo di un'allerta precauzionale: le possibilità che un frammento del satellite cada sul suolo italiano sembrano infatti essere per ora ferme all'1,5%. E, in generale, la Nasa ha dichiarato che c'è solo una probabilità su 3200 che il satellite colpisca una persona in qualsiasi parte del mondo.

Insomma, il rischio sembra essere davvero minimo. Se di solito siete piuttosto sfortunati, però, non rischiate: come saprete, la fortuna è cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo!


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 61 mesi fa

BUFALISSIMA. STANOTTE ALL'UNA EMMEZZA HO TELEFONATO ALLA PROTEZIONE CIVILE....800840840 intanto il satellite DEVIAVA.... Sembrano le previsioni di Borsa... Comunque il pezzo non l'avrei nemmeno avvicinato, caro o cara nasa.... Tutte le schifezze degli americani? Meglio a casa loro! Prepariamoci per un altro satellite impazzito (stavolta non americano) che tra poche settimane minaccerà nuovamente la terra. Io intanto stringerò amicizia con quello del primo piano.....hihihihi

nasa 61 mesi fa

Ops... Giovanna, Francesca ci ha appena lasciati... R.I.P.

nasa 61 mesi fa

Di niente Francesca! Se per caso ti salvi conservaci il pezzo che lo rifondiamo per fare il prossimo satellite, occhio che scotta subito!

Giovanna 61 mesi fa

GRAZIE. Abito in Alto Adige all'ultimo piano. E non ho la cantina.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).