DAL MONDO13:17 - 29 settembre 2011

Cuba, via libera all'acquisto di auto nuove

Abolito il divieto, in vigore da 50 anni, di acquistare automobili fabbricate dopo il 1959

di Flavia Parini
<p>Cuba, via libera all'acquisto di auto nuove</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sono su tutte le cartoline di Cuba. I loro colori sgargianti, le linee vintage, le targhe di una volta: le automobili cubane, rigorosamente fabbricate prima del 1959, sono un mito conosciuto in tutto il mondo.

Molto presto, però, potrebbero andare in pensione e lasciare spazio a macchine più moderne. A deciderlo è stato il governo di Cuba, guidato da Raul Castro: nel nuovo pacchetto di riforme economiche, infatti, è prevista anche l'abolizione della legge che vieta ai cubani di acquistare o vendere automobili fabbricate dopo il 1959.

La legge, ritenuta inutile e obsoleta da moltissimi cubani, è rimasta in vigore per oltre 50 anni. Nonostante dagli anni Settanta alcuni cittadini siano riusciti a svincolare il divieto con pagamenti in contanti e altri espedienti, la decisione di abolirlo è stata accolta con grande gioia dai cubani.

La nuova norma prevede un regolamento per la trasmissione della proprietà dei veicoli e per l'acquisto e la vendita tra i cubani che vivono nell'isola e gli stranieri residenti in modo permanente o temporaneo. Gli stranieri, però, potranno acquistare al massimo due automobili.

Che fine faranno allora le mitiche automobili cubane? Sicuramente nei prossimi anni Cuba ne sarà ancora piena, ma poi, forse, scompariranno per sempre. Molti cubani dicono che è un prezzo che pagano volentieri, pur di poter avere la libertà di vendere e comprare un auto.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).