DAL MONDO08:16 - 06 ottobre 2011

Addio a Steve Jobs, il genio della Apple

È morto il visionario fondatore della società di Cupertino. Aveva 56 anni

di Francesca Porta
<p>Addio a Steve Jobs, il genio della Apple</p>

«Apple ha perso un genio creativo e visionario e il mondo ha perso un formidabile essere umano»: sono queste le parole usate dalla Apple per annunciare la morte del suo fondatore, Steve Jobs.

>>Su Wired in edicola la biografia-vangelo dell'uomo che ha cambiato le nostre vite

Il patron della società informatica, che con le sue geniali intuizioni ha rivoluzionato il mondo dell'hi-tech e anche il nostro modo di comunicare, è morto il 5 ottobre a causa di un tumore al pancreas contro cui lottava ormai da molto tempo. Aveva 56 anni.

L'annuncio della triste scomparsa è stato dato proprio dalla Apple con uno stringato comunicato pubblicato sul proprio sito internet: «Quelli di noi che hanno avuto la fortuna di conoscerlo abbastanza e di lavorare con lui hanno perso un caro amico e un mentore ispiratore. Steve lascia una società che solo lui avrebbe potuto costruire e il suo spirito sarà sempre il fondamento di Apple».

Jobs era nato in California, a Green Bay, il 24 febbraio 1955. I genitori naturali, un professore siriano e un'americana, lo diedero in adozione e il piccolo Steve fu cresciuto da Paul e Clara Jobs. Sin da quando era molto giovane, Jobs mostrò interesse per le materie scientifiche e per il mondo dell'informatica. Il 1° aprile 1976, insieme all'amico Steve Wozniak, fondò la società Apple, che lanciò i computer Mac e, più tardi, l'iPod. Negli anni successivi la genialità e le intuizioni di Jobs hanno dato alla luce l'iBook, il MacBook, l'iPhone e l'iPad.

Nel 2004 il visionario della Apple parlò per la prima volta del cancro che lo aveva colpito, dicendo di aver superato un primo intervento e di non aver bisogno di chemioterapia. Ma il tumore non era stato sconfitto: nel 2009 Jobs dovette subire un trapianto di fegato.

L' ultima apparizione pubblica di Jobs risale allo scorso 6 giugno, quando il fondatore della Apple presentò quella che rimarrà la sua ultima creazione, iCloud. Il 25 agosto, probabilmente troppo provato dalla malattia, Jobs aveva annunciato la decisione dimettersi dal suo ruolo di presidente della società.

Tim Cook, che ha preso il suo posto alla guida della Apple, oggi ha dichiarato: «Nessuna parola può adeguatamente esprimere la nostra tristezza per la morte di Steve o la nostra gratitudine per l'opportunità di aver lavorato con lui. Onoreremo la sua memoria dedicandoci a continuare il lavoro che lui amava così tanto».

Messaggi di cordoglio sono arrivati anche dall'amico-rivale Bill Gates, patron della Microsoft («Lavorare con Steve è stato un onore immenso») e dal fondatore di Facebook Mark Zuckerberg («Grazie per essere stato un mentore e un amico. Mi mancherai»). Ma non solo.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha diffuso una nota in cui definisce Steve Jobs un «simbolo della genialità americana». «Viveva ogni suo giorno come fosse l'ultimo - ha dichiarato il presidente Usa -. E c'è riuscito, trasformando le nostre vite, ridefinendo l'intera industria e raggiungendo una delle più rare imprese della storia umana: ha cambiato il modo in cui noi tutti vediamo il mondo».

Milioni di fan di Jobs, in tutto il Pianeta, stanno lasciando messaggi in rete, mentre decine sono le persone già accalcate di fronte a Cupertino, sede della Apple, e davanti al celebre Apple Store di New York. La società californiana indica un indirizzo email a cui è possibile scrivere per lasciare un messaggio in ricordo del genio informatico che ha cambiato il mondo.

Guarda il video del celebre discorso («Stay hungry, stay foolish») tenuto da Jobs ai neolaureati di Stanford il 12 giugno 2005

>> GALLERY: LA VITA (E LE IDEE) IN FOTO

>> iJOBS LE CREATURE DI UN SOGNATORE
>> ECCO COME CI HA CAMBIATO LA VITA

>> GALLERY: THANKS DIFFERENT, L'ADDIO DEI FAN


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
cristina 59 mesi fa

"Nessuno vuole morire. Neanche chi vuole andare in paradiso vuole morire per arrivarci. E nonostante tutto, la morte è la destinazione che condividiamo. Nessuno vi è mai sfuggito. E così dovrebbe essere perchè la Morte è probabilmente l'unica, migliore invenzione della Vita." alcune frasi dal suo famosissimo discorso, cosa aggiungere? grazie.

Lamu1981 59 mesi fa

Grazie steve hai lasciato il segno nella storia della tecnologia!sei stato e resterai un gran genio! E noi continueremo ad essere hungry and foolish!!RIP!

paola 59 mesi fa

Abbiamo perso un uomo, non il suo genio. grazie Steve.

calzo36 59 mesi fa

la potenza dell'immagginario unita alla genialità...grazie x averci donato il prodotto di tt questo

Giovanna 59 mesi fa

GENIO ASSOLUTISSIMO. Prima decade dei pesci....come me,-). Ciaoooo Steve. Buon viaggio, anche nella prossima incarnazione sempre più avanti. ,-)

violad 59 mesi fa

Addio ad un altro genio che ci lascia!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).