DALL'ITALIA09:33 - 10 ottobre 2011

Monica Maggioni: «La rivoluzione parte dalla tecnologia»

La giornalista è stata ospite del Capalbio Cinema International, dove ha parlato del ruolo di internet nei paesi arabi

di Laura Frigerio
<p>Monica Maggioni: «La rivoluzione parte dalla tecnologia»</p>

«Può suonare retorico, ma è vero: questo nuovo modo di comunicare ha portato a un'effettiva democratizzazione, indebolendo la tradizionale gerarchia mediatica. Ora internet è più forte dei giornali cartacei e persino della televisione (in mano principalmente alla classe dirigente); ha un maggiore impatto sulle persone che tra l'altro hanno loro stesse la possibilità di fare informazione» - sostiene Monica Maggioni, al festival Capalbio Cinema International, per moderare l'incontro Cinema arabo al tempo di Twitter.
«Questo focus vuole sottolineare quanto il web e in particolare i social network abbiano avuto un ruolo fondamentale in quella che viene chiamata la nuova primavera araba, dove i giovani sono stati gli assoluti protagonisti» - ha sottolineato la giornalista del Tg1, che all'ultima Mostra del Cinema di Venezia ha presentato il suo nuovo documentario Out of Teheran - «Le uniche scene del mio film ambientate in Iran, per esempio, erano state girate con dei telefonini e anche questo dà un'idea della portata della tecnologia, che permette di riprendere la realtà senza filtri. Non lo si può più negare: è da qui che parte la rivoluzione».
(foto Fabio Mazzarella)


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).