DALL'ITALIA13:13 - 17 ottobre 2011

Scontri a Roma, maxioperazione contro i black bloc

Polizia e carabinieri stanno conducendo perquisizioni su tutto il territorio nazionale

di Francesca Porta
<p>Scontri a Roma, maxioperazione contro i black bloc</p>
PHOTO LAPRESSE

È in corso su tutto il territorio nazionale una vasta operazione di polizia e carabinieri con perquisizioni e controlli negli ambienti anarco-insurrezionalisti.

Il blitz, iniziato all'alba e ancora in corso, ha l'obiettivo di trovare i responsabili dei gravi incidenti avvenuti a Roma sabato 15 ottobre nel corso della manifestazione degli indignati. La polizia e i carabinieri stanno cercando, dalla Lombardia al Lazio, dal Trentino alla Sicilia, i black bloc che sabato hanno trasformato la manifestazione pacifica degli indignati in una guerriglia.

A Milano le forze dell'ordine hanno già eseguito almeno sei perquisizioni nelle case di alcuni esponenti di gruppi anarchico-insurrezionalisti, e altrettanti blitz sono stati compiuti a Roma, in alcuni appartamenti del «Laurentino okkupato». A Padova sarebbe stata perquisita anche la sede di un'associazione legata al «centro popolare occupato Gramigna», mentre diverse case sono state controllate a Livorno, Palermo, Torino e Bologna.

Si cercano indumenti che potrebbero portare all'identificazione degli autori degli scontri (le fotografie e le riprese di quella giornata, molte delle quali fornite alla polizia dai manifestanti pacifici, sono utili per un eventuale riconoscimento dei sospettati), ma anche armi, oggetti contundenti e materiale esplosivo. Ieri, a Firenze, sono state fermate sei persone che viaggiavano su un furgone dentro il quale è stato trovato «materiale utilizzato probabilmente durante gli scontri nel corso della manifestazione di sabato».

Intanto, verranno chieste oggi le convalide dei fermi e l'emissione di ordinanze di custodia in carcere per le 12 persone, tutte sotto i 30 anni, arrestate per resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale negli scontri di sabato scorso a Roma. Tra i denunciati anche sei i minorenni e quattro donne.

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
dscarlatta 59 mesi fa

Ben detto Giovanna tutti gli assassini delle BR sono fuori . E i familiari degli assassinati devono assistere a questi delinquenti che scrivono libri o tengono lezioni alle università

Giovanna 59 mesi fa

BENE. Fate anche pagare alla sinistra stracciona i danni. E fate indagini sui BR degli anni '70. Ancora vivi e vegeti a quanto pare.... SOLIDARIETA' totale con le forze dell'ORDINE. Tutte e indistintamente.

dscarlatta 59 mesi fa

Però Roby secondo me non è il modo giusto di protestare Deploro la violenza cieca che distrugge i beni della povera gente senza una motivazione e non concordo neanche con le proteste pacifiche perchè con i sorrisi e le processioni non si risolve nulla

dscarlatta 59 mesi fa

E' chiaro che deploro ogni atto di violenza..macchine bruciate magari di povera gente..ecc..ma ..non si poteva pensare che tutto filasse liscio Secondo me sono solo le prime avvisaglie. Nel 68 hanno fatto di peggio. E io ero una di quelle che alcuni anni dopo ho condannato ogni azione di quel 68 ..appena un 'pò grande per capire Ad oggi forse ho cambiato idea

dscarlatta 59 mesi fa

Concordo con Roby Hai centrato il problema Inutile oggi gridare allo scandalo Sappiamo che i centri sociali sono violenti Sapevamo che rischi c'era a permettere loro la manifestazione Ma se la gente è leggermente ..alterata...non si può pretendere che sia tutto rosa e fiori. Inutile dimostrare questo scandalo oggi.. Per giorni e giorni dovrò assistere allo scempio della statua della Chiesa calpestata come emblema..un altro caso Messeri Se fossero un pò più giusti forse certe cose non succederebbero E quei due o tre drogati ubriachi che se la sono presi con un crocefisso non sono merito di tanta menzione

roby 59 mesi fa

La solita caccia alle streghe! Figuriamoci se con questa operazione si riuscirà ad eradicare il problema della violenza sociale. In un paese dove dilagano corruzione, illegalità, diffuso disagio e degrado morale e sociale queste azioni di polizia non hanno né credito né efficacia. E poi perché punire in modo esemplare questi giovani violenti e lasciare impuniti i soliti potenti di turno loro cattivi maestri ed ispiratori.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).