DALL'ITALIA11:08 - 19 ottobre 2011

A Palermo un corso Asl per vincere la paura di volare

L'iniziativa, proposta dalla Asl, prevede psicoterapia, simulazioni virtuali e prove pratiche

di Francesca Porta
<p>A Palermo un corso Asl per vincere la paura di volare</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Hai paura di volare? Quando sali su un aereo le tue mani sudano, lo stomaco si attorciglia e le ginocchia non smettono di tremare? Niente panico: la «volofobia» si può sconfiggere.

Lo sanno bene gli specialisti del progetto «Paura di volare? No problem!», un corso dedicato a chi ha terrore dell'aereo pensato e gestito dalla Asl di Palermo in collaborazione con WindJet, Gesap Aeroporto ed Enav, l'Ente nazionale di assistenza al volo.

Guidati dalla psicologa Maria Teresa Triscari, gli esperti del Laboratorio per i disturbi psicosomatici della Asl accompagnano i loro "studenti" in un percorso pensato per far superare la paura dell'aereo: prima di tutto, si dedica qualche ora alla psicoterapia per poi passare alla simulazione virtuale del volo (con visori per gli occhi, rumori, effetti speciali).

L'ultima fase, invece, prevede due prove pratiche: una simulazione di partenza su un aereo vero fermo in pista con i motori accesi e poi un volo vero e proprio, da Palermo a Roma e ritorno.

Il corso, nato cinque anni fa, è l'unico in tutta Italia ad essere realmente pubblico: a differenza delle iniziative di questo genere proposte dalle compagnie aeree in forma privata, infatti, questo è realizzato dalla Asl e costa solo un ticket di 100 euro.

Il ministero della Salute ha riconosciuto Palermo come Centro di riferimento nazionale per questo disturbo e il Laboratorio ha stipulato anche un protocollo di ricerca scientifica con la Valk Foundation di Leida, il centro olandese famoso in tutta l'Europa per i trattamenti della paura di volare.

Il corso «Paura di volare? No problem!» di Palermo, in effetti, funziona davvero: in cinque anni si sono iscritte circa 700 persone e circa il 90% di loro è riuscito con successo a vincere la paura di volare.

Secondo le statistiche, la «volofobia» è un problema sentito da moltissimi italiani, circa il 50%. Un terzo di questa percentuale, inoltre, si rifiuta categoricamente di salire su un aereo.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
itina 59 mesi fa

Per vincere la paura di volare, bisogna prendere un aereo... Ho avuto sempre terrore nel pensarmi a 11 mila metri da terra e questo mio malessere si rifletteva nei sogni. Poi un giorno mi è stato offerto un viaggio ed io ho risposto SI. Da allora l'aereo è tra i miei mezzi preferiti.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).