DAL MONDO13:26 - 25 ottobre 2011

Turchia, neonata estratta viva dalle macerie dopo 48 ore

Miracolo a Ercis, una delle città più colpite dal terremoto. Viva anche la madre

di Francesca Porta
<p>Turchia, neonata estratta viva dalle macerie dopo 48 ore</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Nella Turchia devastata dal terremoto, la speranza ha un nome: Azra. Si chiama così, infatti, la neonata che oggi, a 48 ore di distanza dalla scossa di 7.2 gradi Richter che ha provocato centinaia di morti e migliaia di feriti, è stata estratta viva dalle macerie.

La piccola Azra ha solo 14 giorni, eppure ha trovato la forza sufficiente a restare in vita sotto i resti di un edificio crollato. Il miracolo è avvenuto a Ercis, nell'area di Van, una delle città più colpite dal terribile sisma. Anche sua madre è viva ed è stata tratta in salvo dai soccorritori alcune ore dopo il ritrovamento della bambina.

Intanto, il bilancio delle vittime si aggrava. I morti sarebbero 366, i feriti oltre un migliaio. Molte sono le persone ancora disperse e, ovviamente, continuano febbrilmente le operazioni di ricerca, anche se le probabilità di trovare qualcuno vivo sotto le macerie diminuiscono di ora in ora. Ma, come dimostra il caso di Azra, non bisogna mai perdere la speranza.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).