Se l'amore è troppo fast...

25 novembre 2009 
<p>Se l'amore è troppo fast...</p>

Troppo veloci sotto le lenzuola. Succede a ben 3,5 milioni di italiani che, secondo l'ultima indagine condotta da GfK Eurisko, soffrono di eiaculazione precoce e sono costretti a performance sessuali mordi-e-fuggi di un minuto o poco più. Solo in pochi, però, riconoscono il disturbo (meno del 28%). E la maggior parte convive con il problema in silenzio, dando la colpa alla classica ansia da prestazione. «Invece, spesso, le cause sono fisiche», spiega Mario Maggi, professore ordinario di Endocrinologia all'Università di Firenze: «Ipertiroidismo, prostatiti e un basso livello di serotonina, un neurotrasmettitore che controlla la risposta sessuale maschile». Ed è proprio per sfatare falsi miti e aiutare gli uomini a uscire allo scoperto, prendendo così coscienza del problema, che urologi, andrologi e sessuologi hanno organizzato gli Epdays: una tre giorni, da oggi a venerdì 27 novembre, in cui oltre 500 specialisti di 260 centri in tutta Italia visitano gratuitamente su appuntamento chi soffre o pensa di soffrire di fast sex. In attesa di un nuovo farmaco "miracoloso" in arrivo dall'America: uno spray, a base di lidocaina e prilocaina, che promette di ritardare il piacere. Fino a cinque volte.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).