Helen: «Ecco cosa vogliono gli uomini»

19 aprile 2010 
<p>Helen: «Ecco cosa vogliono gli uomini»</p>

Gli uomini non sempre hanno il coraggio di rivelare alla partner tutte le proprie fantasie sessuali per paura di essere giudicati. Ce lo conferma Helen, 27enne milanese di professione webcam girl, nonché autrice del suo secondo libro Manuale della perfetta webcam girl (Mursia, 12 euro). Con il suo aiuto, cerchiamo di scoprire quello che gli uomini non dicono…

Puoi descriverci l'identikit tipo dell'uomo che frequenta le sexy videochat?
Non esiste un prototipo. Di sicuro, nessuno ammetterà di essere frequentatore delle videochat erotiche. Si va dallo studente universitario al medico, dal camionista all'avvocato, dall'impiegato al vip.

Perché si rivolgono al sesso on line e, magari, persistono?
Chattare e guardare una donna in cam fa piacere a tutti. Se poi nasce una bella amicizia, ancora meglio! In questo caso la frequenza diventa più assidua.

Perché, secondo te, gli uomini impegnati si rivolgono alle webcam girls?
Perché spesso la routine annoia e alla propria compagna difficilmente hanno il coraggio di rivelare tutti i propri desideri sessuali. Alla camgirl si parla invece senza vergogna e ci si addentra molto volentieri in particolari riguardanti la vita privata.

Che cose offre in più una donna virtuale rispetto a una reale?
Li ascolta senza giudicare.

Temono solo di essere giudicati?
Hanno anche paura di essere derisi.

Che tipo di fantasie rivelano a te e non alla propria donna?
Le fantasie variano da uomo a uomo. Le più comuni sono quelle di fare sesso in tre. Di desiderare di dare o ricevere attenzioni da un altro uomo. Di fare l'amore con una sconosciuta o una collega di lavoro. Di scoprirsi feticisti e di amare piedini, calzature e collant. Oppure di desiderare di essere sottomessi e umiliati.

Quale, tra queste fantasie, ti colpisce di più?
Gli uomini amano giocare con il sesso. Tuttavia, mi colpisce il desiderio di molti di immaginarsi con un altro uomo.

Come giustificano certe inibizioni verso le partner?
Non credo si possa parlare di inibizioni vere e proprie. La paura è quella di essere giudicati. Mi dicono spesso: «Mi piacerebbe fare con lei questo, ma non ho il coraggio di chiederglielo. Penserebbe che sono un pervertito».

CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA >>

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
rebecca 46 mesi fa

ciao ragazze mi potete spiegare come funziona la chat: perche quando vado in chat prv e poi finisco e mida bleck out room la gente ti vede uguale se non sei in chat free.......grazie...

PIccolina.1 69 mesi fa

Non ho mai comprato il libro. Secondo me, è di aiuto il consiglio della routine: credo ke un po' sia vero il fatto ke le donne, conquistato un uomo, credono di aver completato la loro missione.... se potrei darvelo io un consiglio, siate sempre attive con il vostro parter! E controllatelo, se serve!!!!!! Ciao a ttt^.^

matilde 75 mesi fa

a me piace molto fare sesso con il mio uomo indossando solo le collant...lui accetta e gli piace senza per questo essere feticista o doverlo dichiarare in web cam. ciao Matilde

eva 78 mesi fa

bhè non ci vuole una scienza per capire questo "mondo", tantomeno un libro. e cmq se si vuole durare bisogna abbandonare regole e false guru per seguire solo il proprio istinto... 3200 è esagerato pure per naomi campbell senza alopecia :)

lola 79 mesi fa

io grazie al libro di helen sono riuscita a capire i meccanismi di questo mondo! mi sono iscritta a divascam e il primo mese ho guadagnato 3200 euro! grazie Helen, non badare ai commenti negativi... sono solo invidiosi!!!!!!!!!!!!!!

lola 79 mesi fa

io grazie al libro di helen sono riuscita a capire i meccanismi di questo mondo! mi sono iscritta a divascam e il primo mese ho guadagnato 3200 euro! grazie Helen, non badare ai commenti negativi... sono solo invidiosi!!!!!!!!!!!!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).