Lui e lei, le bugie del primo appuntamento

04 maggio 2010 
<p>Lui e lei, le bugie del primo appuntamento</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Non è facile essere se stessi, soprattutto quando si esce per la prima volta con una persona che ci piace. Nel tentativo di far colpo, infatti, può scappare qualche bugia sul proprio passato. A confermare questa tendenza alla menzogna "galante" è un sondaggio realizzato da Speed Date, la società specializzata in eventi per single.

Secondo la ricerca, il 54% degli intervistati ha ammesso di non essere stato sincero durante il primo appuntamento. Si mente soprattutto sul tempo trascorso dall'ultima relazione (33%) e sulla posizione lavorativa: il 28% tende a ingigantire i guadagni, le responsabilità e l'importanza dell'azienda per cui lavora. Ma si finge anche sui motivi per cui una storia è finita (23%) e sul numero di relazioni alle spalle (16%).

I due sessi, però, scelgono in modo diverso gli argomenti su cui fare i furbi. Secondo Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Date, «gli uomini tendono a dare molta importanza alla vita professionale e a nascondere le avventure avute in passato e le ex più scomode. Le donne, invece, più attente alla sfera emozionale e affettiva, tendono a sminuire la sofferenza provata per le precedenti storie finite».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).