Per lui arriva il contraccettivo a ultrasuoni

14 maggio 2010 
<p>Per lui arriva il contraccettivo a ultrasuoni</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un nuovo anticoncezionale maschile potrebbe mandare in pensione il preservativo. Lo sta mettendo a punto un team di scienziati della University of North Carolina, negli Stati Uniti, che ha scoperto l'efficacia degli ultrasuoni come contraccettivo reversibile per gli uomini.

Secondo gli esperti, questa ricerca porterà a una rivoluzione nel controllo delle nascite. I risultati ottenuti, infatti, dimostrano che sottoporre un maschio adulto a una raffica di ultrasuoni crea un blocco temporaneo degli spermatozoi. In pratica, questa soluzione ha il potere di inibire la produzione di nuovi spermatozoi: una volta che le ultime riserve sono state consumate, l'uomo diventa temporaneamente sterile. Ma dopo sei mesi e senza ulteriori "bombardamenti", assicurano i ricercatori, la produzione di spermatozoi torna alla normalità.

«Questo metodo ha già dato risultati incoraggianti e potrebbe fornire agli uomini una contraccezione non ormonale, affidabile, a basso costo e reversibile», ha sottolineato il ricercatore James Tsuruta.

Ora l'obiettivo degli scienziati è di valutare su larga scala l'efficacia e la sicurezza del metodo che però, questo va detto, non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
alice [style] 79 mesi fa

Grazie per la segnalazione. Ci uniamo a te nei complimenti ai ricercatori italiani.

Raffaella 79 mesi fa

Non e’ stato notato in questo articolo che l’italia e’ all’avanguardia in questa ricerca (Facoltà di Medicina Vetrinaria dell'Universita’ degli Studi di Bari): http://www.eurekalert.org/pub_releases/2010-05/mcip-nmp051110.php Sono ricercatori italiani che hanno confermato l’effetto nei cani, indipendentemente da questa ricerca nei topi. Complimenti a loro!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).