Donne, il toy boy accorcia la vita

19 maggio 2010 
<p>Donne, il toy boy accorcia la vita</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il matrimonio conviene più agli uomini che alle donne. secondo uno studio pubblicato sulla rivista Demography dall'Istituto per la ricerca demografica del Max Planck di Rostock, in Germania, se in una coppia l'uomo è più giovane o più anziano a rimetterci è lei, che ne ricava un'aspettativa di vita inferiore alla media. Lui, invece, ci guadagna in longevità sia se la compagna è più giovane sia se è più avanti con gli anni.

La ricerca, guidata da Sven Drefahl, ha analizzato gli effetti della differenza di età tra i sessi e, in base ai dati raccolti, ci sarebbe una sola via d'uscita per le donne: unirsi a un coetaneo. «Se un marito anziano riduce l'aspettativa di vita - spiega Drefahl - con uno più giovane la situazione peggiora ulteriormente».

Lo studio, che ha preso in esame due milioni di coppie danesi, ha evidenziato come una donna che sposa un partner più giovane di 7-9 anni ha una mortalità maggiore del 20% rispetto a quelle che scelgono un coetaneo, mentre per gli uomini che la partner sia più giovane o più avanti con gli anni non fa differenza, anzi qualunque tipo di differenza di età rappresenta un elisir di lunga vita.

Ma come si concilia tutto questo con le teorie della selezione naturale, secondo le quali coloro che scelgono partner più giovani sono più in salute, e quindi hanno una maggiore aspettativa di vita? Era stato anche ipotizzato che un coniuge più giovane avesse un effetto psicologico positivo su un partner più grande, contribuendo così a prolungarne la vita. «Alla luce del nostro studio - spiega Drefahl - queste teorie vanno del tutto riconsiderate».

Il discorso funziona infatti per gli uomini, ma non per le donne. E quanto al supporto psicologico, i mariti giovani non sono di aiuto, tutt'altro: «Tendono a violare le norme sociali e quindi a incappare in sanzioni», sottolinea Drefahl. «Sposare un marito più piccolo, inoltre, va contro ciò che dalla società viene considerato normale, e queste coppie rischiano quindi di ricevere meno supporto sociale. Ciò può comportare una vita meno felice e più stressante». E, quindi, anche un aumento della mortalità.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).