Ti conquisto con la voce

21 maggio 2010 
<p>Ti conquisto con la voce</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La seduzione è (anche) una questione di voce: uno studio dell'Albright College di Reading (Pennsylvania) condotto dalla dottoressa Susan Hughes ha scoperto che quando uomini e donne utilizzano un tono di voce più basso il livello di eccitazione reciproca sale. Lo studio, intitolato Vocal and Physiological Changes in Response to the Physical Attractiveness of Controversial Partners e pubblicato sul Journal of Nonverbal Behavior, ha esaminato il comportamento di 48 studenti usando Skype.

La psicologa ha chiesto ai volontari di lasciare messaggi vocali di fronte all'immagine (fittizia, ma a loro insaputa) di una persona di sesso opposto. «Ragazzi di entrambi i sessi usavano un tono di voce più basso e mostravano di conseguenza un livello di eccitazione reciproca più alto», ha spiegato la Hughes, che si aspettava che le donne avrebbero invece alzato il tono della voce per sembrare più femminili: «E' uno stereotipo comune della nostra cultura quello di considerare sexy una voce rauca e bassa.

Molte donne a quanto pare preferiscono sembrare meno femminili ma più seducenti». Secondo la studiosa, proprio perché una voce più bassa è associata dall'immaginario collettivo a un atteggiamento sessuale più disponibile, quando un uomo sente una donna parlare sottovoce si eccita, perché capisce di averla sedotta. «La voce è una componente fondamentale dei meccanismi di evoluzione e selezione naturale - conclude la Hughes - è il tono che usiamo a comunicare le nostre intenzioni sessuali ed è quindi uno dei principali strumenti di manipolazione dei legami tra uomo e donna».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).