Se l'amica dice «ti sta bene» non ci credere

26 maggio 2010 
<p>Se l'amica dice «ti sta bene» non ci credere</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Le donne, si sa, sono per natura molto competitive e questo, secondo uno studio inglese, le porterebbe anche a mentire alla propria amica su come le stanno i vestiti, in modo che lei sembri meno attraente. Circa il 10%, in particolare, pronuncerebbe mentendo consapevolmente frasi come «questo vestito ti sta benissimo» e «che bella questa camicia a fiori, dove l'hai comprata?», mentre il 38% lo farebbe seguendo un meccanismo più inconscio, dettato da una competitività latente ma irrefrenabile.

Il sondaggio, condotto da MyCelebrityFashion su 1.629 donne, ha anche rivelato che circa una su 5 tace volutamente quando vede un difetto imbarazzante nell'abbigliamento dell'amica (eppure chi, se non lei, dovrebbe dirci che gli slip si vedono al di sopra della gonna?) e due terzi delle intervistare hanno ammesso di tacere anche quando vedono che un abito calza particolarmente bene, e anzi provano a dissuadere l'amica-rivale dall'indossarlo.

Secondo il portavoce del sito Andy Barr, tutto dipende dalla «capacità che hanno i vestiti di evocare invidie e gelosie. Ma si tratta di un meccanismo che può ledere seriamente i rapporti di amicizia».

In un'intervista al Daily Mail il professor Phillip Hodson della British Association for Counselling and Psychotherapy ha tuttavia ricordato che «si tratta di un fenomeno normalissimo, legato alle leggi umane di sopravvivenza. Non siamo esseri razionali ma emozionali e a volte, semplicemente, desideriamo che chi ci sta accanto sembri più ridicolo di noi».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).