Le donne? Si vedono con due taglie in più

15 giugno 2010 
<p>Le donne? Si vedono con due taglie in più</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Le donne si credono sempre più grasse di quello che sono in realtà: secondo una ricerca dello University College of London pubblicata sulla rivista Pnas, il loro cervello ''vede'' due taglie in più dove non ci sono e può arrivare a ritenere la silhouette fino a due terzi più in carne rispetto alla realtà.

Per capirlo gli studiosi hanno chiesto alle partecipanti al test di mettere il palmo della mano sinistra sotto un tavolo, in modo da non poterla vedere, e poi di giudicare le posizioni di 10 ''punti di riferimento'', per esempio la lunghezza delle dita o la posizione delle nocche. Le loro stime sono state poi utilizzate per creare una ''mappa'' della mano ricostruita dal cervello, e questa è stata poi confrontata con le reali dimensioni dell'arto: la distanza tra il dito indice e il pollice è stata stimata in media del 69% più ampia rispetto a quella reale.

La scoperta potrebbe servire a spiegare perché le rappresentanti del gentil sesso, anche se in peso forma, tendono a vedersi più grasse quando si guardano allo specchio, «e - spiega Michael Longo, il ricercatore che ha guidato lo studio - potrebbe essere rilevante per comprendere meglio alcune condizioni psichiatriche che coinvolgono l'immagine del corpo, come l'anoressia».

TEST: SEI COME TI PIACI O COME PIACE A LUI?

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).