La rivincita sessuale delle 40enni

07 luglio 2010 
<p>La rivincita sessuale delle 40enni</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

È proprio vero che la vita comincia a 40anni. Perlomeno quella sessuale, perché è allora che le donne fanno il pieno di libido e di avventure da una notte e hanno fantasie erotiche che le ragazze più giovani possono solo sognare. Colpa del loro orologio biologico che, ticchettando inesorabilmente, pare quasi suggerire che "ogni lasciata è persa", spingendole a recuperare il tempo perduto.

Ed è così che a detta degli psicologi dell'Università del Texas si potrebbe spiegare il fenomeno "cougar", ovvero donne mature che hanno un debole per i ragazzini, portato sullo schermo da Courtney Cox Arquette nella fortunata serie tv "Cougar Town" e che trova vari riferimenti anche nella realtà, visto che sono sempre di più le donne che decidono di stare con un toyboy e dicono di starci pure bene, come confermano le lunghe relazioni di Eva Longoria (più vecchia di 7 anni del marito Tony Parker) o della Pussycat Dolls, Nicole Scherzinger (compagna del pilota Lewis Hamilton, di sette anni più giovane), senza dimenticare la "mamma di tutte le cougar", ovvero Demi Moore, sposata con il baby marito Ashton Kutcher, di 15 anni più giovane.

Per trovare conferma alla loro ipotesi, gli studiosi hanno analizzato la vita sessuale di 900 donne, divise in tre gruppi in base all'età, chiedendo loro di raccontare anche quante volte avessero fantasie erotiche o pensassero di fare sesso con uno appena conosciuto. E alla fine dell'indagine è emerso come le donne fra i 27 e i 45 anni avessero una carica sessuale decisamente maggiore delle altre (quelle fra i 19 e i 26 anni e quelle in menopausa) e pensassero e facessero sesso molto più di tutte. Non solo. Sempre loro erano risultate essere quelle più disponibili alle avventure di una notte, come se la loro libido aumentasse a mano a mano che l'orologio biologico accelerava verso la fine.

«Questi dati indicano come le donne la cui fertilità è in declino abbiamo, al contrario, maggiori motivazioni sessuali e più comportamenti erotici rispetto alle donne nel pieno della loro fertilità», ha detto alla rivista Personality and Individual Differences il professor David Buss che ha condotto lo studio , «e tale atteggiamento si può spiegare con l'influenza dell'orologio biologico sulla psicologia femminile, che spinge le donne a facilitare il concepimento prima che sia troppo tardi».

Un'analisi che trova d'accordo anche la sessuologa Pam Spurr che sul Daily Mail ha sottolineato come le "cougars" siano senz'altro più esperte a letto rispetto alle ragazzine perché hanno perso tutte le loro inibizioni giovanili, mentre per Allan Pacey, guru della fecondazione in vitro della Sheffield University, le donne fra i 27 e i 45 anni non fanno altro che comportarsi secondo il loro istinto e anche la scelta dei toyboys sarebbe legata alla natura, perché se un partner più vecchio garantisce un maggior sostegno economico in caso di figli, quello più giovane aumenta, però, le possibilità di avere un bimbo sano e questa seconda opzione sarebbe senz'altro quella da preferire.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).