Coppia in crisi? Lui soffre di più

19 luglio 2010 
<p>Coppia in crisi? Lui soffre di più</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Magari si chiudono in silenzio e non parlano, ma questo non significa che non stiano male. Se c'è una crisi di coppia in atto, anche gli uomini soffrono molto. Anzi, rispetto alle donne, vivono addirittura con maggiore disagio tutti gli up and down tipici di una fase negativa.

Lo rivela uno studio condotto da Robin Simon, professore di sociologia alla Wake Forest University di Winston-Salem (North Carolina). La causa della maggiore impasse maschile è legata al tipo di relazioni che gli uomini stabiliscono al di fuori della coppia. Secondo gli esperti statunitensi, si tratta di legami che tendono a rimanere su un piano superficiale e questo perché gli uomini sanno aprirsi e raggiungere un certo livello di intimità solo con la partner. Perciò, quando stanno male, difficilmente riescono a parlarne con qualcuno e, dunque, a sfogarsi. Tengono tutto per loro e questo contribuisce ad accrescere il livello del malessere provato. Le donne, invece, sono più inclini ad aprirsi e, riuscendo a confidarsi anche con persone diverse dal compagno - le amiche o i familiari - trovano il modo per allentare la tensione e riprendersi, almeno per un po'.

Gli studiosi hanno esaminato le condizioni mentali di 1.611 uomini e donne, tutti alle prese con rapporti di coppia caratterizzati da continui alti e bassi, o con relazioni arrivate proprio al capolinea. E sono giunti alle seguenti conclusioni: a soffrire maggiormente per la fine di un rapporto, entrando in una fase di depressione, sono le donne. Ma a risentire di più della fine che precede la fine di una relazione - quella fatta, appunto, di continui alti a bassi - sono gli uomini.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).