La stretta di mano parla di te

30 agosto 2010 
<p>La stretta di mano parla di te</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Porgere la mano per presentarsi, segnalare apprezzamento o sancire un accordo: sono tante le occasioni nelle quali capita di fare questo gesto. Circa 15mila nel corso di un'intera esistenza: lo ha appurato Geoffrey Beattie, docente di psicologia della Manchester University (Gran Bretagna). Il quale ha messo a punto anche una serie di suggerimenti pratici, volti a indicare come compiere al meglio questo gesto così frequente.

Ecco, allora, le regole basic per una stretta di mano perfetta. Tanto per cominciare, è necessario accertarsi di avere i palmi asciutti. Dopo di che, bisogna prendere la mano dell'altra persona con fermezza (ma non troppa), scuoterla tre volte dall'alto verso il basso e trattenerla per non più di due o tre secondi.

Altro must: mentre si compie questo gesto, è fondamentale guardare negli occhi l'interlocutore, per mantenere una sorta di contatto visivo. Tutti questi suggerimenti - pubblicati sul "Daily Telegraph" londinese e resi visibili su Flickr grazie a un tutorial fotografico - sono il frutto di una vera e propria equazione matematica messa a punto dal professor Beattie, su richiesta della casa automobilistica Chevrolet, che l'ha già insegnata ai suoi venditori.

Ma come mai tutto questo interesse attorno a un gesto così semplice e quotidiano? «La stretta di mano - spiega Beattie - è uno degli elementi cruciali nei rapporti interpersonali e nella formazione della prima impressione su qualcuno. In pochi istanti riesce a rivelare aspetti importanti sulla personalità di chi abbiamo di fronte: se è troppo debole indica insicurezza, mentre se è troppo breve e frettolosa può essere indice di arroganza».

E questo la gente lo sa: tanto che nel 70% dei casi - rivela l'esperto - chi si trova a dover stringere la mano a qualcuno, viene colto da un pizzico di ansia, causato dal timore di sbagliare qualcosa nei modi o nei tempi e veicolare impressioni o messaggi sbagliati.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).