Vuoi qualcosa da lui? Aspetta le sei

22 ottobre 2010 
<p>Vuoi qualcosa da lui? Aspetta le sei</p>

Avete una richiesta da fare al vostro amato? Aspettate fino alle 6 del pomeriggio e avrete maggiori possibilità di veder esaudito il vostro desiderio, perché questa è l'ora in cui gli uomini sono più accomodanti e concilianti. A dirlo, un sondaggio su oltre 1000 persone (1.019 per l'esattezza), condotto per conto della Bayer Schering Pharma, che ha evidenziato i momenti topici nella giornata di un uomo e di una donna per svolgere determinate attività.

E così se il far della sera è indicatissimo per una richiesta femminile al partner (che sia di portare fuori la spazzatura o di organizzare un weekend romantico), il primo pomeriggio è da evitare per i maschietti litigiosi, perché alle 15 le donne raggiungono il picco vincente in un battibecco, mentre se il gentil sesso è alla ricerca di una promozione o di un aumento, è meglio che aspetti fino alle 13 a formulare la richiesta, perché è questa l'ora in cui i boss si mostrano più ricettivi nei confronti dei bisogni dei loro impiegati.

Ma la vera conquista femminile è un'altra: ovvero, anche gli uomini soffrono di sbalzi d'umore nel corso della giornata (l'86% delle persone che ha partecipato al sondaggio ha ammesso di provarli) e a scatenarli sono sì gli ormoni (scusa classica delle donne, soprattutto quando prendono la pillola), ma anche lo stress, il cibo e l'alcool.

Di conseguenza, se imparassimo ad "ascoltare" maggiormente i nostri bioritmi, riusciremmo anche ad ottenere più spesso quello che vogliamo. «Ogni ciclo di bioritmo è regolato dal cervello», ha spiegato al londinese "Daily Mail" la psicoterapista Evie Bentley, a margine della ricerca, «ed è questo che controlla quali e quanti ormoni vengono messi in circolo per controbilanciare le funzioni corporee. Ecco perché come si sente una persona sia dal punto di vista fisico che intellettivo ed emotivo è influenzato in larga parte dai suoi bioritmi».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).