Per lei, l'insoddisfazione
non è un problema

26 ottobre 2010 
<p>Per lei, l'insoddisfazione<br />
 non è un problema</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Lui a letto non vi soddisfa. Siete preoccupate? Mettereste in discussione la vostra relazione per questo motivo? Secondo una recente indagine solo il 10% delle donne risponde sì a questa domanda. Il restante 90% minimizza i problemi sessuali, ci passa sopra e si "accontenta" di una vita sessuale anche non totalmente appagante. A patto che il fidanzato sia innamorato e la desideri.

Secondo gli psicologi dell'università del Texas ad Austin, che hanno condotto lo studio intervistando 200 donne eterosessuali, per loro è infatti più importante sentirsi desiderate che avere una vita sessuale soddisfacente. La ricerca, pubblicata sul Journal of Sexual Medicine, ha purtroppo dimostrato che la percentuale di donne che lamentano carenze nelle prestazioni sessuali del partner è altissima: da un terzo alla metà delle intervistate hanno dichiarato che il proprio compagno ha problemi di erezione o eiaculazione precoce, ma tra loro solo una su dieci considera questo un qualcosa di cui preoccuparsi.

«Abbiamo sempre dato per scontato che per le donne, così come per gli uomini, questi problemi siano motivo di depressione», spiega lo psicologo Kyle Stephenson «Ma con i dati raccolti ci siamo dovuti ricredere». Intendiamoci, però: problemi di questo tipo non li hanno solo gli uomini. Uno studio americano del 1999 sulle disfunzioni sessuali pubblicato sul Journal of the American Medical Association ha ad esempio dimostrato che il 43% delle donne e il 31% degli uomini soffre di disturbi di erezione o eiaculazione precoce.

A far la differenza è il diverso atteggiamento mentale. «Per le donne, l'esigenza principale è quella di sentirsi desiderate», spiega a LiveScience la psicologa Sheryl Kingsberg della Case Western Reserve University School of Medicine di Cleveland, in Ohio - «Gli uomini, dal canto loro, hanno problemi fisici concreti, che vivono come un handicap. Ma non è detto che le donne percepiscano questi disturbi come altrettanto invalidanti». L'esperta spiega che, potendo scegliere tra un uomo con problemi di questo tipo e un altro che non le desidera abbastanza, il 90% opterebbe per un compagno del primo tipo. Felici di accontentarsi dunque, a patto di sentirsi amate e volute ancora come il primo giorno.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

L'insoddisfazione sessuale (oggi più frequente anche per precocità eiaculatorie o disfunzioni erettili se non per problematiche tipicamente femminili) porta a considerare che eventuali disfunzioni della sessualità comportino una cura sessuologica, a volte psicologica (di ciò che è, ovviamente, curabile...). Tuttavia conviene, prima di ricercare cure per possibili "defaillances" sessuali manifestate in coppia, spesso imprevedibilmente, prepararsi ad una sessualità felice con il proprio partner (anche occasionale) tramite un possibile percorso di prevenzione come riportato in almeno due capitoli del Manuale pratico del benessere patrocinato dal club UNESCO: si tratta di un percorso di auto aiuto seguendo prescrizioni sessuologiche, consigli psicologici pratici, praticando conoscenze naturopatiche e, se necessario anche modificando il proprio regime nutrizionale.

L'insoddisfazione sessuale (oggi più frequente anche per precocità eiaculatorie o disfunzioni erettili se non per problematiche tipicamente femminili) porta a considerare che eventuali disfunzioni della sessualità comportino una cura sessuologica, a volte psicologica (di ciò che è, ovviamente, curabile...). Tuttavia conviene, prima di ricercare cure per possibili "defaillances" sessuali manifestate in coppia, spesso imprevedibilmente, prepararsi ad una sessualità felice con il proprio partner (anche occasionale) tramite un possibile percorso di prevenzione come riportato in almeno due capitoli del Manuale pratico del benessere patrocinato dal club UNESCO: si tratta di un percorso di auto aiuto seguendo prescrizioni sessuologiche, consigli psicologici pratici, praticando conoscenze naturopatiche e, se necessario anche modificando il proprio regime nutrizionale.

L'insoddisfazione sessuale (oggi più frequente anche per precocità eiaculatorie o disfunzioni erettili se non per problematiche tipicamente femminili) porta a considerare che eventuali disfunzioni della sessualità comportino una cura sessuologica, a volte psicologica (di ciò che è, ovviamente, curabile...). Tuttavia conviene, prima di ricercare cure per possibili "defaillances" sessuali manifestate in coppia, spesso imprevedibilmente, prepararsi ad una sessualità felice con il proprio partner (anche occasionale) tramite un possibile percorso di prevenzione come riportato in almeno due capitoli del Manuale pratico del benessere patrocinato dal club UNESCO: si tratta di un percorso di auto aiuto seguendo prescrizioni sessuologiche, consigli psicologici pratici, praticando conoscenze naturopatiche e, se necessario anche modificando il proprio regime nutrizionale.

scrivi il messaggioL'insoddisfazione sessuale (oggi più frequente anche per precocità eiaculatorie o disfunzioni erettili se non per problematiche tipicamente femminili) porta a considerare che eventuali disfunzioni della sessualità comportino una cura sessuologica, a volte psicologica (di ciò che è, ovviamente, curabile...). Tuttavia conviene, prima di ricercare cure per possibili "defaillances" sessuali manifestate in coppia, spesso imprevedibilmente, prepararsi ad una sessualità felice con il proprio partner (anche occasionale) tramite un possibile percorso di prevenzione come riportato in almeno due capitoli del Manuale pratico del benessere patrocinato dal club UNESCO: si tratta di un percorso di auto aiuto seguendo prescrizioni sessuologiche, consigli psicologici pratici, praticando conoscenze naturopatiche e, se necessario anche modificando il proprio regime nutrizionale.

Fabio 74 mesi fa

E' un peccato... a volte farebbe bene parlare chiaramente di questi problemi per poterli risolvere... magari insieme. E' brutto pensare che una donna si dica che è meglio che il sesso non vada bene che rimanere sola? Alla fine l'insoddisfazione, sopratutto sessuale, alla lunga logora, e quindi arrivano i tradimenti. Ed è triste pensare anche ce noi uomini non ci facciamo tanti problemi se una ragazza non ci soddisfa. Ma forse sarebbe ora che l ofacessero anche le donne, per il nostro (è la quarta che mi molla per questo problema, meglio che lo risolvo) e il loro bene (esisto anche io, non solo lui).

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).