La carriera scientifica?
Perfetta anche per le donne

29 novembre 2010 
<p>La carriera scientifica?<br />
 Perfetta anche per le donne</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Matematica, tecnologia e ingegneria sono appannaggio degli uomini? Falso: è solo un pregiudizio. Un "tabù" che però è così radicato da avere davvero messo a repentaglio il successo delle donne nei settori scientifici. Infatti, secondo uno studio di Akira Miyake dell'Università di Boulder, in Colorado, pubblicato il 26 novembre sulla rivista "Science", il divario fra il numero degli uomini e quello delle donne impegnati nelle aree matematiche dipende, più che da differenze di abilità, da fattori psicologici. Sono stati gli stereotipi negativi ad alimentare l'insicurezza femminile di fronte ai numeri. Ma la soluzione esiste, ed è anche più semplice di quanto si possa immaginare. Basterebbe un esercizio di scrittura, che i ricercatori hanno chiamato "affermazione dei valori". In pratica, prima dei corsi, le donne dovrebbero scrivere un testo, concentrandosi su alcuni dei principali "valori" della vita, come la famiglia e gli amici. Questo veloce esercizio di auto-affermazione placherebbe lo stress che subiscono quando si cimentano nelle discipline scientifiche.

L'affermazione dei valori" sarebbe ancora più efficace proprio per quelle donne che tendevano a credere nello stereotipo sulla superiorità maschile in campo matematico. "Non mi aspettavo questo risultato - commenta Miyake -, e mi stupisce che un semplice esercizio di scrittura possa avere un'influenza così positiva". Geoffrey Cohen, co autore dello studio, spiega che l'"affermazione dei valori" induce le donne a fare pensieri rassicuranti, come questo: "Nonostante le difficoltà, i miei valori sono ciò che davvero mi interessa. Sono la mia bussola interiore. E sono ciò per cui resisto". Pensieri che possono alleviare lo stress.

Il team di ricercatori si è occupato, di recente, di uno studio analogo, quello sulla "minaccia dell'identità" che le donne che frequentano impegnativi corsi di fisica subiscono. Tiffany Ito, professore associato di psicologia e neuroscienze e co-autore dello studio, fa notare che l'idea comune che gli uomini ottengano risultati migliori in fisica minaccia l'identità femminile, e può impedire alle donne di esprimere il loro potenziale. Insomma, la preoccupazione delle studiose di confermare lo stereotipo potrebbe distoglierle dalla materia, e creare paura, stress e ansia. Soprattutto durante gli esami. "Tuttavia - continua Ito - la ricerca dimostra che basta affermare la propria identità, per proteggersi da questo tipo di minacce".

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Chiara 73 mesi fa

In realta' la nuova generazione di scienziati annovera un gran numero di donne, ma come spesso accade, ai vertici ci sono sempre solo uomini, dalla reputazione inappuntabile ma che tardano a lasciare il passo alle nuove leve...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).