Meno piaci, più piaci:
la nuova teoria del flirt

18 gennaio 2011 
<p>Meno piaci, più piaci:<br />
 la nuova teoria del flirt</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Anche il flirt segue i princìpi economici. E in particolare la "teoria dei giochi", che analizza le situazioni in cui diversi soggetti interagiscono e ricercano soluzioni vantaggiose.

Lo conferma un recente studio commissionato dal sito di incontri Ok Cupid: più gli uomini sono perplessi sull'attrattiva di una donna, più le inviano messaggi. Sembra un principio contorto, ma l'autore della ricerca, Christian Rudder, lo spiega così: «Supponiamo che un uomo stia cercando un flirt, o anche solo un incontro. Se intuisce che gli altri uomini non sono interessati alla donna che ha "puntato", si sentirà più incoraggiato a spedirle un messaggio, perché dovrà fronteggiare meno "concorrenti". È la teoria dei giochi».

E questo è solo uno dei principi economici applicati al mondo degli incontri e del flirt. Jose-Manuel Rey, professore di Economia in Spagna, ha sviluppato una teoria chiamata "La sindrome di Carol", per spiegare perché alcune donne attraenti siano ignorate dagli uomini, quando vanno nei locali. «Quando gli uomini considerano una donna molto bella, nella maggior parte di loro scatta un meccanismo di inibizione», spiega. «Si convincono che, siccome questa donna di certo è molto desiderata, sarebbe uno spreco di tempo insistere e provare a flirtare con lei. E così finisce che, spesso, proprio le più attraenti non siano avvicinate da nessuno. C'è da aspettarsi che ricevano più proposte le donne dall'aspetto più ordinario».

Insomma, il fatto che le scelte degli uomini dipendano così fortemente da quelle degli altri rende la questione una decisione interattiva. «Questa recente ricerca di Ok Cupid - aggiunge Jose-Manuel Rey - fornisce dati interessanti, che possono essere letti come una conferma sperimentale della teoria della sindrome di Carol».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
la stefy 71 mesi fa

Uomini ? bambini!

francesca 71 mesi fa

no comment

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).