She: così virtuale, così reale

01 marzo 2011 
<p>She: così virtuale, così reale</p>

Sexy e acuta, disinvolta e pungente. È la misteriosa "She", raffigurata senza volto e quasi sempre di spalle, la nuova interprete del pensiero femminile contemporaneo, un personaggio virtuale nel quale si rispecchiano tante donne reali.
Nate dalla matita di Lorenzo Calza, cresciute nei consensi fra le pagine di Facebook, le vignette di She da oggi trovano spazio anche su Style.it in una rubrica bisettimanale dedicata (martedì e giovedì), per dar voce, con elegante leggerezza, a pensieri, emozioni, sentimenti dolceamari che popolano la mente e il cuore delle donne.

Sceneggiatore, musicista, autore e disegnatore, Lorenzo Calza è nato a Piacenza nel 1970 e vive a Genova. È una delle menti creative del fumetto noir "Julia" edito da Sergio Bonelli Editore. Il suo primo romanzo, pubblicato per Robin Edizioni, si intitola "La Commedia è finita".

 

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
NuxVomica 69 mesi fa

Julia è la perfetta incarnazione di come sento la mia femminilità. Lei è sicura, determinata, appassionata...e anche così consapevole della fugacità delle cose, della ciclicità della storia e degli errori degli uomini. Julia insegna, studia e vuole prodigarsi per il mondo, ma alla fine della giornata è sola... come Julia sento di portare un grosso fardello sulle spalle, la responsabilità di consegnare alle nuove generazioni un mondo migliore di quello che ho ereditato...ma mi ritrovo spesso impatanata nel torpore di un desiderio che si traduce in non-azione

alessandra 69 mesi fa

complimenti......e basta.....per il resto continuo a seguirti......She ....me.

microcosmo 69 mesi fa

E' così bello sentirsi determinati. E' probabile che i due sessi si determinino vicendevolmente. Forse Lorenzo ha intercettato questo aspetto e riesce ad entrare ed uscire dalle rispettive sensibilità con più facilità di altri. @ francesca: sono d'accordo con te che il fiato dei "maschi" è più pesante di quello delle "femmine", tuttavia ci sono segnali di .....affievolimento. Un processo molto lento ma credo......inesorabile, purtroppo non sotto tutte le latitudini.

francesca 69 mesi fa

Ogni volta che leggo commenti tipo quelli di "she da cestinare" mi chiedo perché siano sempre gli uomini (o, meglio, i maschi) a stabilire chi/cosa/come/dove debba essere una donna. Rara eccezione, Lorenzo Calza, che ci disegna con stile, senza seguire una linea retta e a volte faccio davvero fatica a credere che sia davvero di sesso maschile.

Rosita 69 mesi fa

Leggo i commenti e trovo ridicolo attaccare tramite un fumetto l'autore di false pretese aspettative vane e speranzose,di femminista ci vedo la mentalità odierna certamente di una 30enne di oggi cresciuta all'ombra del '68 credendo che la minigonna e il sesso libero siano progresso ed uscire dalla"cucina regno delle donne"sia stata una vittoria.Invece belle e cresciute con o senza compagno con o senza figli con o senza un lavoro con o senza un titolo di studio siamo costrette ad essere dei funanboli sospese tra lovori che a volte odiamo tra uomini amati/odiati per dovere/solitudine non riuscendo appieno a godere della maternità o come nelle grandi città ricovero di giovani donne sospese tra frequentazioni solitudine sopravvivere,perchè non tutte ricorrono al bunga bunga. Io come le 8000 fan ritengo che col suo ermetismo riesce ad esprimere il mio essere riesce con una frase a sintetizzare un momento in cui non trovo le parole neanche per me.unico rammarico è stato un uomo a darle voc

microcosmo 69 mesi fa

ma che è?..."She da cestinare"?

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).