L'eros anche nell'aldilà

12 maggio 2011 
<p>L'eros anche nell'aldilà</p>

L'amore carnale tra innamorati scheletrici: ecco l'insolita idea alla base della mostra "Gli amanti del nulla", attualmente in corso a Parigi al Museo dell'erotismo.

In esposizione, una serie di coppie di scheletri - a misura umana o anche in miniatura e tutti in resina verniciata o in bronzo argentato - avvinghiati tra loro proprio secondo le posizioni dell'amore proposte dal celebre testo indiano del kamasutra.

Chi è l'autore di tutte queste opere e, soprattutto, dell'idea di immaginare il calore dell'eros tra figure associate normalmente al macabro? Lo scultore Jean-Marc Laroche. Interessante il senso delle sue creazioni: secondo quanto dichiarato dall'artista, le coppie di scheletri colte in momenti di passione vogliono rappresentare un'interpretazione gioiosa dell'aldilà . Perciò, nei loro occhi, in cristallo di rocca o ematite, andrebbe colta un'istanza positiva e per così dire "vitale".

Per vedere da vicino le particolari creazioni di Jean-Marc Laroche, c'è tempo fino al 25 maggio.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).